spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Chianti senza limiti”: a Greve parte un progetto con i giovani, per farli diventare protagonisti nella comunità

    Incontri e laboratori per costruire un network: un percorso volto a favorire la loro piena partecipazione alla vita sociale, civica e culturale del capoluogo e delle sue frazioni

    GREVE IN CHIANTI – Il Comune di Greve in Chianti lancia una chiamata ai giovani, invitandoli ad esprimersi, a ideare, costruire e gestire una nuova offerta di iniziative destinate ai coetanei.

    Cittadini protagonisti del cambiamento, capaci di intercettare i bisogni e progettare le risposte per migliorare la qualità della vita dei giovani.

    Si chiama “Chianti Senza Limiti” ed è il nuovo progetto finanziato dall’amministrazione comunale, con il supporto metodologico di Sociolab, che vuole investire sulle potenzialità comunicative, relazionali e creative delle ragazze e dei ragazzi residenti nel territorio.

    Attraverso un percorso volto a favorire la loro piena partecipazione alla vita sociale, civica e culturale del capoluogo e delle sue frazioni.

    “Il primo passo è l’attivazione di un gruppo di persone, di età compresa tra i 16 e i 30 anni, – spiega l’assessora alle politiche giovanili Ilary Scarpelli – disposte a collaborare nella definizione di un concreto programma di iniziative di natura sociale e culturale, ideato per la comunità ed in particolare per i giovani che risiedono nel territorio comunale”.

    “Ottenuta l’adesione dei giovani, metteremo in campo uno specifico percorso formativo gratuito che darà vita ad un gruppo di attivatori di comunità – continua l’assessora –  impegnati ad approfondire i bisogni dei loro coetanei, a sensibilizzare, rendere partecipe la comunità giovanile e realizzare concretamente delle iniziative tra quelle ideate e proposte”.

    L’attività di formazione e coprogettazione si realizzerà attraverso un ciclo di incontri finalizzati a trasmettere le competenze pratiche e teoriche funzionali all’ascolto e alla partecipazione attiva.

    Nell’ambito delle attività le persone coinvolte saranno accompagnate nell’applicazione delle competenze acquisite.

    “L’idea è quella di guidare i giovani – specifica l’assessora – nell’elaborazione di un project work che possa essere funzionale alla realizzazione delle successive attività di co-design”.

    “Chiamiamo le ragazze e i ragazzi del nostro territorio a dire la loro – commenta il sindaco Paolo Sottani – l’intento è quello di renderli protagonisti come attivatori di comunità, in grado di ideare e realizzare progetti e manifestazioni per i giovani, sperimenteremo nuove metodologie innovative e tecniche comunicative spendibili anche nel mercato del lavoro”.

    “I giovani – aggiunge il sindaco – potranno sviluppare competenze relazionali, acquisire strumenti relativi alla risoluzione dei problemi, alla mediazione e alla progettazione”.

    “Le idee, i punti di vista, le considerazioni dei nostri giovani sulla dimensione che vivono nella quotidianità sono fondamentali – conclude l’assessora Ilary Scarpelli – per costruire le basi del futuro di un’intera comunità e favorire una crescita sostenibile del territorio, insieme a loro identificheremo le priorità e le aree su cui intervenire per sviluppare e attuare iniziative di interesse per la popolazione giovanile”.

    Gli incontri si terranno l’8 e il 22 febbraio, l’8 e il 22 marzo dalle ore 18 alle ore 21.

    I giovani interessati a far parte di questa nuova rete devono compilare un apposito form on line entro le ore 12 del 6 febbraio. Il link è questo.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...