spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 7 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Domenica 13 ottobre in piazza Matteotti. In concomitanza anche “Non solo vino”: che giornata!

    GREVE IN CHIANTI – Dopo il rinvio di domenica 6 ottobre, dovuto al meteo avverso, le griglie tornano ad accendersi in vista della settima edizione di “Cuochi e Beccai ”, l’ormai nota rassegna per la valorizzazione della carne bovina e dei suoi piatti organizzata da Fiesa – Confesercenti Firenze in collaborazione col Comune di Greve in Chianti, che verrà allestita a Greve in Chianti in piazza Matteotti, domenica 13 ottobre. 

     

    Fra l'altro, per lo stesso giorno è in calendario “Non solo vino”, iniziativa organizzata dal Comune di Greve in Chianti giunta anch’essa alla settima edizione, che avrà luogo nella stessa piazza per tutta la giornata: il cuore di Greve in Chianti quindi sarà pronto, domenica prossima, per tutti i gusti. E vestito… a festa.

     

    "Non solo vino " è una mostra mercato sulle eccellenze chiantigiane, con stands sia enogastronomici (zafferano, formaggi, olio, vino, pasta artigianale), sia cosmetici (con prodotti ricavati dalla lavorazione dell’olio e del vino) sia artigianali, con tanti “maestri della manualità” (orefice, fabbro, impagliatore, cartaio, ricamatrice, modellatore di cotto), che lavoreranno in estemporanea i materiali più diversificati. 

     

    Due rassegne per l’occasione complementari, che mettono insieme le specialità del Chianti per una domenica tutta da gustare. 

     

    A partire dalle 11 fino alle 21 della sera si svolgerà, come sempre, la grande "Grigliata in Piazza" di degustazione di carne bovina e suina italiana con la collaborazione dei rioni di Greve. Presso i ristoranti segnalati come “Amici di Cuochi e Beccai” saranno promossi menu completi al costo fisso di 25 euro.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...