spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Domenica 8 maggio dalle 10 si può dipingere in piazza Santa Croce, a Greve in Chianti

    Iniziativa della SMS Fratellanza di Greve in Chianti, con Paola Becucci e Sabine Blomqvist: chiunque avrà a disposizione materiali ed attrezzi

    GREVE IN CHIANTI – Domenica 8 maggio, in piazzetta Santa Croce 47 a Greve in Chianti, accanto a Piazza Matteotti “addobbata” per l’evento di Città Slow, straordinario evento culturale organizzato da Paola Becucci e Sabine Blomqvist.

    Un’iniziativa finanziata dalla SMS Fratellanza di Greve in Chianti e parte da lontano.

    Lo scorso settembre, in occasione della premiazione dell’ultima edizione del Premio Letterario Chianti, la SMS volle riconoscere un premio a Paola e Sabine per la loro attività e per l’impegno nella promozione e nella diffusione della cultura pittorica.

    Con questa iniziativa, organizzata appena usciti dalla pandemia, Paola e Sabine vogliono far conoscere la pittura in tutte le sue forme, sia a persone esperte che ai bambini.

    Così dal mattino (inizio ore 10) chiunque avrà a disposizione materiali ed attrezzi; e potrà dilettarsi in ogni forma di pittura partendo dalla “base” di piazzetta Santa Croce ed andando a ritrarre scorci o punti panoramici del territorio grevigiano.

    Dal mattino alla sera, chiusura alle 17.30 con brindisi per tutti i partecipanti.

    Chiunque vuole partecipare può presentarsi al tavolo dei colori e partire per questa avventura.

    In contemporanea (e fino al 15 maggio) in piazzetta santa Croce 47 mostra di opere di Paola e Sabine.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...