spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 21 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Coop San Polo, la presidente Baraldi: “Nuovi volumi sul nostro scaffale Prestalibri”

    "Vi aiuteranno a stare a casa. E grazie ai nostri sei dipendenti per tutto il lavoro che stanno facendo"

    SAN POLO (GREVE IN CHIANTI) – "In questo momento così tragicamente lontano dalla normale quotidianità la Coop di San Polo cerca di alleviarne la pesantezza proponendo, nello scaffale del "Prestalibri", nuove letture per i nostri soci invitandoli a restare a casa in loro buona compagnia".

     

    Lo dice la presidente della cooperativa, Bona Baraldi: "Sì, pensiamo anche a questo oltre a preparare e recapitare la spesa a domicilio (grazie anche ai volontari per il loro prezioso aiuto) per anziani o persone che hanno problemi di salute e difficoltà di mobilità".

     

    "Un ringraziamento speciale – tiene a dire la presidente Baraldi – a nome del consiglio tutto, va ai nostri dipendenti che con abnegazione e grande spirito di sacrificio (sei persone per due turni compreso lo scarico delle merci) si adoperano ormai da settimane per mantenere un servizio quale il nostro, fondamentale in emergenze di questa portata".

     

    "Stiamo a casa – conclude – se vogliamo che questo periodo resti un ricordo prima possibile".

    di REDAZIONE

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...