spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 25 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Gastronomia GiaBaR, martedì 30 agosto la super cena-degustazione a base di tre Pinot Nero

    Dell'Azienda la Casaia dell’Oltrepò Pavese. In sala anche il produttore. A ogni vino sarà accompagnato un piatto preparato dalla chef Barbara: ancora qualche posto disponibile

    GREVE IN CHIANTI – L’Eno-Formaggioteca Gastronomia GiaBaR a Greve in Chianti è un laboratorio di esperienze.

    “Martedì 30 agosto organizziamo una cena con degustazione di Pinot Nero – dice Barbara, chef della Gastronomia – serviremo tre vini provenienti dall’Azienda la Casaia dell’Oltrepò Pavese. Potrete assaggiare le 13 Lune, un Pinot Nero Spumante con Metodo Classico, La Rosa Bianca, Un Pinot Nero vinificato in bianco. Il terzo vino sarà La Quercia, Il Pinot Nero, vinificato in rosso”.

    “Ovviamente ogni vino sarà accompagnato da una portata appositamente pensata – spiega ancora Barbara – ci saranno i salumi di Sauris, un prodotto dentro al ciclo dello Slow Food con il marchio IGP provenienti dalla provincia di Udine. Poi un risotto di pere e gorgonzola, a seguire un piatto di uova e tartufo, con i tartufi Marchigiani dell’azienda Sottobosco, con una preparazione a sorpresa, per concludere con della dolcezza”.

    “Ogni portata è pensata per un perfetto abbinamento con il vino proposto – racconta ancora – proprio per migliorare la degustazione dei singoli prodotti. In sala ci sarà il produttore dei vini, che attraverso le sue parole, descriverà l’azienda, la filosofia di produzione ed accompagnerà gli astanti, nella corretta degustazione del vino. Per la cena la prenotazione è obbligatoria, al numero 3898863850: siccome rimangono pochi posti, affrettatevi a chiamare”.

    GiaBaR non è soltanto una bottega dove potete comprare al dettaglio tutti i prodotti che usiamo per cucinare ed i vini con cui facciamo le degustazioni – prosegue Barbara – Vogliamo pensarlo come un laboratorio di esperienze culinarie”.

    “Infatti – ricorda – non è la prima cena a tema che organizziamo, abbiamo già fatto un cena con tre espressioni diverse del vitigno autoctono per eccellenza del nostro territorio, il Sangiovese di Montecalvi, di Greve in Chianti, quello di Vallone di Cecione, di Panzano ed il Solatione, di San Casciano.”

    “Ci siamo anche goduti i vini di Bajaj – continua nella descrizione delle varie serate – un’azienda di Monteu Roeno, in provincia di Cuneo, con vini prodotti in anfora. Per non parlare degli aperitivi, in cui cambiano le pietanze proposte in base alla stagionalità delle materie prime. Se vi aggiungiamo la scuola di cucina che facciamo ogni mercoledì, non vi resta che lasciarvi trasportare nel nostro mondo venendo a trovarci”.

    “Senza dimenticarsi che siamo anche una semplice, magnifica Gastronomia – conclude – ci trovate aperti dal martedì al sabato dalle 12 alle 15 e dalle 17 alle 23.30. Mentre la domenica dalle 12 alle 23.30, orario continuato, sia per acquistare i nostri prodotti che per venire a mangiare e bere qui ai tavoli. La prenotazione è fortemente consigliata, chiamateci al numero 3898863850 e seguiteci sulle nostre pagine social”.

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...