spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 15 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Gino Trentanove e Marcella Bandini, un sabato d’agosto speciale: per loro sono 67 anni di matrimonio

    Vivono da sempre a Montefioralle: si conobbero quando Gino andava a lavorare in una vigna vicina alla casa di Marcella...

    MONTEFIORALLE (GREVE IN CHIANTI) – Gino Trentanove e Marcella Bandini festeggiano oggi, sabato 22 agosto, ben 67 anni di matrimonio.

    Una coppia di ferro, di acciaio, scegliete voi il metallo insomma, che vive da sempre nell’incanto di Montefioralle.

    Gino ha 93 anni, Marcella 87: si sono conosciuti quando Gino lavorava nella fattoria della famiglia Pecchioli, sempre a Montefioralle.

    E andava spesso a lavoro in una vigna in zona “Fornacina”, dove viveva Marcella con la sua famiglia.

    Qualche volta la famiglia di Marcella offriva un po’ di ombra e qualcosa da mangiare a tutti gli operai del Pecchioli (Gino compreso).

    E così, fra una chiacchiera e l’altra, scattò la scintilla. Dopo due anni di fidanzamento (e parecchi chilometri macinati a piedi per vedersi), decisero di sposarsi.

    Da allora una vita insieme, fatta di sorrisi e gentilezza.

    Gli auguri (oltre che da parte della redazione del Gazzettino del Chianti) sono del nipote Daniele e della figlia Patrizia.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...