spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 5 Marzo 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Giornata internazionale della donna: inaugurata la panchina rossa davanti alla Coop di San Polo in Chianti

    Dedicata anche alla memoria di Angelica Sanchini, estetista di San Polo in Chianti, uccisa nel giorno di San Valentino del 1999 da Guibanin Abdulaye Winsi Gaddi

    SAN POLO (GREVE IN CHIANTI) – Nelle foto, scattate e gentilmente concesse da Sergio Salvadori, l’inaugurazione della panchina rossa a San Polo in Chianti. Avvenuta ieri, mercoledì 8 marzo.

    Una panchina dedicata anche alla memoria di Angelica Sanchini, estetista di San Polo in Chianti, uccisa nel giorno di San Valentino del 1999 da Guibanin Abdulaye Winsi Gaddi: aveva 29 anni.

    Una panchina donata alla comunità sanpolese dalla Coop di San Polo in Chianti.

    Presenti, fra gli altri, il fratello e la sorella di Angelica, gli amici, il sindaco di Greve in Chianti Paolo Sottani, il vicesindaco Giulio Saturnini.

    E poi i rappresentanti della Coop di San Polo, con in testa la presidente Bona Baraldi, l’artista Maria Chiara Cecconi (che ha donato una sua opera per l’occasione).

    I rappresentanti dell’Associazione Montessori Chianti, i rappresentanti dell’SMS l’Unione San Polo e molte persone del paese.

    “La panchina rossa – aveva detto la presidente della Coop, Baraldi, presentando l’iniziativa – resterà sul nostro territorio a testimonianza dell’impegno delle istituzioni, di Coop e dell’intera comunità di San Polo in difesa di ogni donna e dei suoi diritti!”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

     

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...