spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Gite e visite culturali gratuite da Greve in Chianti a Firenze: organizzate dal Comune

    L'iniziativa offre ai cittadini la possibilità di raggiungere Firenze e conoscere alcuni dei suoi tesori storici, dei monumenti e dei siti d'arte, anche quelli meno noti

    GREVE IN CHIANTI – Firenze, una delle città più belle al mondo, con le sue bellezze storico-artistiche, le sue risorse architettoniche, i suoi ponti, i suoi musei.

    Una storia millenaria alle spalle, ancora tutta da narrare e svelare, è una meta ambita per chi vuole dare spazio ai sogni.

    Una tappa obbligata per nutrire la curiosità di giovani e adulti, desiderosi di scoprire i tesori di un ricco patrimonio che testimonia le radici fiorentine e toscane nel mondo.

    Dalla necessità di agevolare gli spostamenti e permettere ai cittadini che vivono nella campagna chiantigiana, distante anche più di un’ora dalla città gigliata, è nata l’idea del Comune di Greve in Chianti di organizzare esperienze e viaggi in città per bambini e ragazzi dagli 8 ai 16 anni e per gli adulti.

    Visitare i luoghi più emblematici del capoluogo, accompagnati da una guida turistica e viaggiare a spasso nella storia di Firenze per conoscere luoghi, secoli, fatti, personaggi, percorsi da cui proveniamo.

    L’iniziativa “Alla scoperta di Firenze”, organizzata dall’assessorato alle politiche educative, rivolta ai giovani, realizzata in collaborazione con la cooperativa sociale Onlus La Stadera e il gruppo San Michele, propone per giovedì 29 dicembre “Escape City Avventura nel passato” con cui si aiuterà Lorenzo dei Medici a sventare il complotto della famiglia Pazzi.

    La gita è gratuita. Sono necessari due biglietti A/R di Autolinee Toscana per Firenze, pranzo al sacco e borraccia. Info e iscrizioni: 3203330556.

    L’altra iniziativa, in partenza a gennaio, organizzata dall’assessorato alla cultura e al turismo del Comune di Greve in Chianti, pensa a tutta la famiglia.

    Si tratta di un ciclo di visite guidate gratuite, alla scoperta delle bellezze fiorentine, anche quelle meno note, che prenderà il via il 14 gennaio alle ore 10.

    Il progetto culturale “Conoscere Firenze 2023” nella prima trasferta porterà i chiantigiani in visita al Museo degli Innocenti.

    Il 12 febbraio alle ore 9.30 si parte da Greve in Chianti per andare a visitare piazza Santissima Annunziata, il Chiostrino dei voti, il Chiostro dello scalzo e il Cenacolo di Sant’Apollonia.

    Nell’ultimo appuntamento, in programma il 25 febbraio alle ore 9.30, i visitatori chiantigiani saranno accompagnati alla chiesa e al museo di San Marco.

    “Un’occasione da non perdere per tante ragioni – dichiara il vicesindaco Giulio Saturnini – l’esperienza offre ai cittadini la possibilità di raggiungere Firenze e conoscere alcuni dei suoi tesori storici, dei monumenti e dei siti d’arte, anche quelli meno noti, che rappresentano le nostre radici, si tratta di un percorso gratuito che, in base alle adesioni e al gradimento riscontrato, potrà essere sviluppato e strutturato per un periodo più lungo”.

    “La nostra è un’attività, messa in campo per la prima volta – prosegue il vicesindaco – che vuole rispondere ad un gap oggettivo, ovvero la distanza del nostro territorio rispetto a Firenze, attraverso un viaggio organizzato che invita e stimola tutti quei cittadini che, soprattutto dopo la pandemia, sono più restii ad uscire di casa a vivere nuove esperienze”.

    La prenotazione è obbligatoria entro una settimana precedente la visita. Occorre contattare Alessandra Molletti scrivendo a a.molletti@comune.greve-in-chianti.fi.it.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...