spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 3 Luglio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Greve in Chianti: lo sportello Tari si è trasferito presso il Parco di Sant’Anna

    Presso la stessa sede si è trasferito anche l’Infopoint, attivo con accesso senza prenotazione ogni 2° martedì del mese, con orario 8.30-13.30

    GREVE IN CHIANTI – Lo sportello Tari del Comune di Greve in Chianti si è trasferito presso l’ex ufficio turistico del parco di Sant’Anna, in viale Da Verrazzano.

    Qui è possibile svolgere tutte le pratiche relative alla tassa sui rifiuti. Resta immutato l’orario di apertura al pubblico: ogni giovedì dalle 8.30 alle 13.30, su prenotazione.

    Presso la stessa sede si è trasferito anche l’Infopoint, attivo con accesso senza prenotazione ogni 2° martedì del mese, con orario 8.30-13.30.

    Qui è possibile richiedere informazioni, fare segnalazioni e ritirare il kit domestico di raccolta.

    Si ricorda che con l’entrata in vigore del decreto-legge 24/2022, dal 1° aprile, per l’accesso non è più necessario il possesso del Green Pass.

    Permane, invece, l’obbligo di indossare la mascherina di protezione, rispettando la fila e osservando il distanziamento fisico ed evitare assembramenti.

    Info e prenotazioni: https://www.sportellotariffa.it/comune-di-greve-in-chianti/.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...