spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 21 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Greve in Chianti, solleciti Tari a chi aveva già pagato. Cittadini disorientati: la nota del Comune

    "Gli uffici di Alia provvederanno a contattare i singoli utenti allo scopo di informarli sugli sviluppi risolutivi della questione"

    GREVE IN CHIANTI – Molti cittadini grevigiani sono rimasti disorientati, in questi giorni, dall’arrivo a casa di solleciti di pagamento della Tari, pur avendo già assolto al saldo di quanto dovuto.

    Da qui la coda di questa mattina allo sportello Tari, aperto il giovedì mattina nel comune grevigiano al Parco di Sant’Anna.

    Molte anche le segnalazioni alla nostra redazione. All’ora di pranzo è arrivata la nota del Comune di Greve in Chianti.

    “Si è verificato un problema – spiegano dal palazzo comunale – nella trasmissione delle comunicazioni da parte di Alia alle famiglie ed alle imprese di Greve in Chianti relative al pagamento del tributo Tari”.

    “Numerosi cittadini – viene confermato – hanno ricevuto dei solleciti di pagamento che risultavano già corrisposti”.

    “Gli uffici Alia – si aggiunge – hanno attivato una procedura per verificare e individuare le cause del problema, e provvederanno a contattare i singoli utenti allo scopo di informarli sugli sviluppi risolutivi della questione”.

    “In ogni caso – specificano ancora dal Comune di Greve in Chianti – sulla base delle indicazioni fornite dagli uffici di Alia le comunicazioni trasmesse non equivalgono ad una richiesta di riscossione immediata”.

    Per chiarimenti è comunque possibile contattare il numero verde 800888333 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 19.30, e il sabato dalle ore 8.30 alle ore 14.30.

    Inoltre, è possibile inviare e-mail all’indirizzo tariffa.info@aliaserviziambientali.it o pec all’indirizzo tariffa1@pec.aliaserviziambientali.it. O un fax allo 0550044002

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...