spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Scuola media, zona Coop, area Poste: ecco la mia… passeggiata”

    GREVE IN CHIANTI – Riceviamo e pubblichiamo la lettera di un cittadino grevigiano che si lamenta per quelle che definisce "situazioni di degrado" nel capoluogo.

     

    "Come cittadino, visto che le tasse aumentano sempre di più dopo aver descritto il degrado del parcheggio di piazza della Resistenza (clicca qui per leggere la lettera) ho deciso di fare una passeggiata dalle scuole medie fino alla Coop passando dal parcheggio delle Poste e devo dire che la situazione non migliora.

     

    Come si vede dalle foto, la manutenzione della “Scuola media Giovanni da Verrazzano” per l’amministazione comunale non ha una grande priorità, infatti le facciate con le relative tapparelle sono lasciate andare per non parlare dei cancelli di protezione ormai ruggiosi e in molte parti urgenti di manutenzione.

     

    Visto che dalle varie risposte sui giornali l’amministrazione evidenzia che sono pronti progetti ma non ne specifica costi e date vi chiedo se questo è in preventivo, quanto ammonta e quando sarà effettuato.

     

    Una domanda però la voglio fare, ma se la scuola era considerata priorità numero uno come mai sono stati spesi 21.000 euro per un pulmino destinato alla Giunta Comunale, invece di investirli sulla scuola?

     

    Per fortuna che in Italia si dice a parole che le scuole devono essere la priorità, ma quando poi ci caliamo nella realtà la situazione è sotto gli occhi di tutti. 

     

    Continuando per il vialetto sopra il parcheggio delle Poste ci troviamo di fronte vari smottamenti di terra che hanno invaso il percorso, ormai un problema ricorrente che ancora non trova soluzione per poi continuare nella vista di un bellissimo affresco del casottino dei bagni pubblici e il degrado delle relative staccionate, come evidenziato dalle foto.

     

    Pensate davanti ai tavolini, prima era presente una staccionata in legno per protezione che aveva iniziato a rompersi e invece di rispristinarla è stata tolta, viva la manutenzione (vedi foto).

     

    Volevo mettere anche in evidenza come negli ultimi periodi, nel giorno del mercato a Greve , si sta verificando in questo parcheggio la presenza, di parcheggiatori abusivi. 

     

    Visto che siamo già alla seconda segnalazione volevo chiedere all’amministrazione comunale come intenderà controllare questa situazione oppure se ci dobbiamo abituare.

     

    Ho concluso la mia passeggiata verso la Coop e mi sono imbattuto in un venditore ambulante di Jeans sulla panchina, prima di salire le scale che portano alla Coop. La domanda nasce spontanea, ma la panchina non serve ai cittadini per sedersi e godersi la piazza oppure con qualche delibera, di cui ad oggi non sono a conoscenza, viene trasformata in un banco per le vendite? A voi amministrazione comunale la risposta.

     

    Come cittadino credo che prima di intraprendere nuovi progetti, onorosi per le casse comunali, sia prioritario mentenere quello che abbiamo perchè come potete vedere la situazione non è delle migliori. Invito tutti i cittadini, di tutte le frazioni di Greve a manifestare le varie problematiche di degrado e di sicurezza come i cittadini di San Polo, perchè solo in questo modo possono essere prese in carico e a volte risolte.

     

    Per concludere, ringrazio anticipatamente l’amministrazione comunale per l’attenzione, ma il prossimo mese ricorderò nuovamente le domande da me poste se non avrò risposte. Cordiali Saluti".

     

    Marco Raveggi

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...