spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 1 Luglio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    E’ previsto nella zona del campo sportivo. Il sindaco: “Soluzione definitiva”

    Una firma molto importante quella apposta nei giorni scorsi dal sindaco di Greve in Chianti Alberto Bencistà (in foto sopra) e dal commissario straordinario del Consorzio di Bonifica della Toscana Centrale Mauro Cresti.
     

    Una firma che sancisce la realizzazione del guado a raso sul fiume Greve in prossimità dell’area sportiva del capoluogo: è stato infatti sottoscritto l’accordo di programma in cui i due enti hanno stabilito la cifra complessiva (circa 100mila euro) e la partecipazione reciproca (al 50% per ciascuno).
     

    La realizzazione è prevista entro la fine di giugno 2013: adesso il Consorzio di Bonifica della Toscana Centrale (CBTC), stazione appaltante dell’opera, provvederà ai vari passaggi autorizzativi, al completamento della procedura, alla gara e all’assegnazione dei lavori.
     

    “Si risolve in questo modo – dice il sindaco Bencistà – in maniera definitiva, una situazione che ha condizionato l’utilizzo del campo sussidiario. Con gli altri lavori in cantiere in quella zona realizzeremo un’area sportiva adeguata alle aspettative dei nostri cittadini”.
     

    “Insieme al vicesindaco Paolo Sottani – conclude Bencistà – stiamo seguendo con particolare attenzione le attività dell’Asd Grevigiana, in particolare per l’impegno che questa riserva alle giovani generazioni”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...