mercoledì 12 Agosto 2020
Altre aree

    Inaugurato a Panzano un orcio in terracotta come buon auspicio per la ripartenza della tradizione olivicola

    Collocato in una aiuola comunale. L’iniziativa nasce da un’idea di Doriano Bordoni e Giampiero Minocci, proprietari di piccole olivete

    PANZANO (GREVE IN CHIANTI) – Un orcio in terracotta, ovvero materiali e forme della tradizione chiantigiana, per rendere omaggio alla cultura olivicola del territorio.

    E’ stato inaugurato nei giorni scorsi a Panzano in Chianti, nell’aiuola comunale in prossimità dell’incrocio tra via Chiantigiana e via della Conca d’Oro, un piccolo-grande “monumento” in segno di rinascita e buon auspicio per l’economia agricola del Chianti.

    L’iniziativa nasce da un’idea di Doriano Bordoni e Giampiero Minocci, proprietari di piccole olivete, organizzatori di una cena, ormai decennale, imbandita nella Limonaia di Villa Pescille e dedicata all’olio d’oliva.

    Non una cena come le altre ma un’occasione conviviale che fa competere i piccoli produttori, invitati a portare un campione del proprio cavallo di battaglia.

    Dal 2010 ogni anno è stato proclamato il miglior olio dell’annata, selezione accompagnata dalla designazione del produttore vincitore valutato da un team di assaggiatori professionisti e premiato dai partecipanti con una targa ricordo.

    Il successo dell’iniziativa, il cui ricavato è stato destinato alle associazioni di volontariato di Panzano e Greve, è cresciuto fino al 2018, con l’interruzione del 2019 per l’attacco della mosca che ha danneggiato i piccoli olivicoltori.

    “Il monumento – dichiarano gli ideatori Doriano Bordoni e Giampiero Minocci –  che simboleggia la storia, il lavoro, la cultura rurale che affonda le sue antiche radici nel nostro territorio rappresenta la speranza per un 2020 migliore”.

    Il sindaco Paolo Sottani e il vicesindaco Lorenzo Lotti

    “E anche – concludono – il nostro desiderio di tornare ad organizzare questa bella occasione conviviale che mette in risalto uno dei prodotti simbolo della nostra regione e offre l’opportunità di degustare la tipicità e la genuinità delle nostre eccellenze a Km zero”.

    All’inaugurazione erano presenti il sindaco Paolo Sottani, il vicesindaco Lorenzo Lotti, e gli organizzatori della cena Doriano Bordoni, Giampiero Minocci, Gianluca Ricotti, Lorella Gallai, Franco Caini, membro della Pro Loco di Panzano. E Claudio Gualdani, presidente dell’associazione Il Grondino.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino