spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Prevede, grazie ai volontari del servizio civile, nuovi servizi per la cittadinanza

    CHIOCCHIO (GREVE IN CHIANTI) – Anche a Chiocchio è arrivato "Ecco Fatto!", lo sportello multiservizi inaugurato dal sindaco Alberto Bencistà e dal presidente di Uncem Toscana Oreste Giurlani.

     

    Il Progetto "Ecco Fatto!" realizzato da Uncem Toscana in collaborazione con la Regione Toscana prevede che, attraverso il supporto dei giovani volontari del Servizio civile regionale, siano erogati servizi innovativi alla cittadinanza con l’ausilio delle nuove tecnologie.

     

    I punti "Ecco Fatto!", attraverso un’immagine coordinata in tutta la regione Toscana, sono semplici da individuare e offrono ai cittadini un accesso facile ai servizi, sia in città, sia nelle zone più disagiate.

     

    I servizi disponibili in ogni punto "Ecco Fatto!" sono stati definiti da Uncem Toscana assieme a Regione Toscana e alle amministrazioni comunali e potranno adattarsi, in divenire, a nuove specifiche esigenze delle comunità.

     

    Attraverso questa collaborazione fra enti è stato possibile adattare il progetto alle specifiche esigenze locali, andando incontro ai bisogni di ogni piccola realtà, e mantenendo uno standard di servizi regionali, comuni per tutti i punti. "Ecco Fatto!" quindi è un punto multiservizi per un accesso più semplice alla pubblica amministrazione, utile ovunque e soprattutto nei territori più distanti dalle città, dove, purtroppo, i servizi sono più carenti (dalle farmacie agli uffici postali).

     

    In ognuno di questi punti, attraverso i giovani del Servizio Civile Regionale adeguatamente formati, è possibile, ad esempio, procedere alla stampa dei referti medici, tramite l’ausilio delle funzionalità della Carta Sanitaria Elettronica, oppure ricevere informazioni sul progetto regionale Giovanisi, ed in prospettiva molto altro ancora.

     

    L’apertura di questo punto, oltre a costituire un’opportunità per i cittadini, costituirà anche una preziosa occasione formativa per i giovani volontari del Servizio Civile Regionale che, attraverso questa esperienza, mettono un anno del proprio tempo a disposizione dei bisogni delle loro comunità.

     

    I servizi specifici comunali che il punto Ecco Fatto di Greve erogherà sono: servizio di biblioteca, informazioni comunali, iscrizione servizi scuola bonus energia, ricongiungimenti familiari. E ancora, prenotazione di: certificati anagrafici, stato civile, tesserini caccia,  tesserini raccolta funghi. 

     

    Così il sindaco di Greve in Chianti Alberto Bencistà: "In un momento in cui la tendenza generale di vari Enti fornitori di servizi al cittadino, è quella di ridurre sempre più gli sportelli al pubblico all'insegna del contenimento della spesa economica, lo sportello "Ecco Fatto" riveste per il nostro territorio comunale un'importanza fondamentale. L'attivazione degli uffici "Ecco Fatto", che sfruttano le potenzialità delle reti informatiche, rappresenta un primo basilare passo per l'avvio di un percorso che ritorni a delocalizzare i servizi facendo tornare al centro l'importanza delle persone. Iniziamo dalla frazione di Chiocchio con l'auspicio che sia solo il primo degli uffici nel Comune di Greve in Chianti".

     

    "Ecco fatto – ha detto il presidente di Uncem Toscana Oreste Giurlani – sta diventando sempre più una rete in grado di implementare alcuni servizi essenziali per le zone marginali, isolate e montane e sviluppare azioni mirate alla promozione della qualità della vita. In questo modo si favorisce la permanenza e la valorizzazione delle risorse presenti nei territori e si allevia il disagio della popolazione residente. Una grande opportunità per la comunità locale, un punto di contatto tra la gente e i territori per dare risposte importanti e utili ai cittadini. Un grazie anche al sindaco che da subito ha creduto in questa scommessa".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...