spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 6 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Comitati per il Sì al referendum: sabato 5 novembre si inaugura la sede a Strada

    La coordinatrice Simona Forzoni: "In questo mese decisivo la nostra presenza sarà capillare"

    STRADA (GREVE IN CHIANTI) – Prosegue l'attività dei comitati per il Sì al referendum nel comune di Greve in Chianti.

     

    Dopo il capoluogo, anche Strada avrà uno spazio dove poter colloquiare con la popolazione sui temi della consultazione referendaria. L’apertura è prevista per sabato 5 novembre alle 11. La sede si trova in via Mazzini 1 (angolo piazza Landi).

     

    "Troviamo un forte riscontro alle iniziative dei nostri comitati – dichiara la coordinatrice Simona Forzoni – come per l’incontro con il professor Puccini avvenuto pochi giorni fa al centro civico di Strada in Chianti. In questo mese decisivo la nostra presenza sarà capillare. Staremo fuori, nelle piazze, sui giornali, sui social, dappertutto".

     

    "Accoglieremo i cittadini nelle nostre sedi per spiegargli le ragioni della modifica alla carta costituzionale – continua Forzoni – Ciascuno si impegnerà al massimo perché il Sì a questa riforma renderà il Paese più efficiente, più semplice, più veloce e più giusto".

     

    "Ostacolare il cambiamento per la paura di non farne parte è da Prima Repubblica ed è un errore clamoroso. L’obiettivo della politica invece deve essere quello di dare opportunità e speranza alle giovani generazioni, creando le condizioni perché ciò avvenga" conclude la coordinatrice. 

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...