spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 8 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Avrebbe fatto tutto da solo. Ha perso molto sangue, portato in ospedale con l’elisoccorso

    GREVE IN CHIANTI – Sull'asfalto rimangono i segni verdi, i rilievi disegnati dagli agenti della polizia municipale di Greve in Chianti. E una macchia bianca, che copre il sangue (vedi foto).

     

    Siamo all'incrocio fra via Melchiorre Vanni e via Grandi, a pochi metri da viale Da Verrazzano, all'ingresso di Greve in Chianti.

     

    A pochi metri il prato ben curato, i fiori e la staccionata bianca del giardino creato per suggellare l'amicizia con gli amici americani di Rehobot Beach.

     

    Qui, attorno alle 14.30 di oggi, si è consumato un incidente stradale che nella sua banalità rischia di avere conseguenze drammatiche.

     

    Un uomo, di circa 60 anni, a bordo di una Vespa Piaggio, stava scendendo verso viale da Verrazzano.

     

    A un certo punto, per motivi tuttora da capire (non è esclusa l'ipotesi che sia stato colto da un malore mentre stava viaggiando) ha perso il controllo del mezzo andando a sbattere sull'asfalto.

     

    A poche centinaia di metri si trova anche la sede dell'Avg: i sanitari sono accorsi sul posto, e hanno avvisato l'elisoccorso Pegaso che si è alzato in volo per andare a prendere il ferito.

     

    Che pare abbia perso anche molto sangue. Le sue condizioni sono parse critiche. Adesso c'è da capire quali possano essere gli sviluppi, dopo che è stato caricato sul Pegaso ed è volato verso l'ospedale.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua