spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 2 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Messa sotto da un’auto in via Veneto: portata all’ospedale di Ponte a Niccheri

    GREVE IN CHIANTI – Attimi di paura questa mattina a Greve in Chianti: nella centralissima via Veneto, molto trafficata anche per l'inizio dell'Expo del Chianti Classico, una signora (ottantenne) è stata infatti investita da un'utilitaria condotta da un'altra donna (nelle foto il luogo dell'incidente).

     

    Dalle prime ricostruzioni fatte dalla polizia municipale di Greve in Chianti, intervenuta sul posto e ancora comunque al lavoro per delineare l'esatta dinamica dei fatti, la signora stava attraversando la strada (probabilmente sulle strisce) assieme a una amica.

     

    Quando è arrivata l'auto, condotta comunque a velocità ridotta, una delle due è riuscita ad evitarla mentre l'altra è stata messa sotto, andando a rovinare poi sull'asfalto. L'età avanzata e le difficoltà nel camminare, hanno sicuramente influito sulla mancanza di agilità nell'evitare l'impatto.

     

    Oltre alla polizia municipale grevigiana è intervenuta anche un'ambulanza dell'Avg di Greve in Chianti, che ha soccorso la donna (che pare che per fortuna non abbia picchiato la testa) e poi l'ha immediatamente portata presso l'ospedale di Ponte a Niccheri.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...