mercoledì 14 Aprile 2021
Altre aree

    L’arte delle donne: a Greve n Chianti iniziative on line per celebrare la festa dell’8 marzo

    Il Comune ha organizzato un doppio appuntamento dedicato al mondo femminile che si è distinto nella storia e nelle arti espressive: ecco il programma

    GREVE IN CHIANTI – Doppio omaggio virtuale al mondo della donna, ideato dal Comune di Greve in Chianti, in occasione delle celebrazioni dell’8 marzo.

    La giunta comunale rievoca la festa “al profumo di mimosa” mettendo nel bouquet conferenze ed eventi teatrali on line.

    Giovedì 4 marzo l’evento di apertura è affidato alle ore 18 alla conferenza “Le donne dell’arte”, un viaggio nella storia dell’arte al femminile che spazia da Artemisia Gentileschi a Peggy Guggenheim.

    L’iniziativa è a cura di Mesi Bartoli con la voce recitante di Rosanna Gentili.

    Le celebrazioni proseguono lunedì 8 marzo alle ore 21.30 con il Teatro in Biblioteca e lo spettacolo “La guerra delle donne” di Luigi Bicchi con Mary Nacci, Tania Nassini, Cristina Poli.

    La regia è firmata da Alessandro Calonaci della Compagnia Mal d’estro.

    Gli eventi saranno pubblicati nell’ora indicata e potranno essere seguiti anche in differita sulla pagina Facebook e il canale YouTube del Comune.

    L’iniziativa è promossa dagli assessorati alla Cultura e Pari opportunità in collaborazione con il Centro Commerciale Naturale Le Botteghe di Greve.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...