spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 25 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Verranno rifatti i marciapiedi, gli stalli delle auto e due aiuole

    Con un sopralluogo del sindaco Alberto Bencistà, accompagnato dal comandante della polizia municipale Massimo Zingoni e dal responsabile del settore lavori pubblici Gianfranco Ermini, hanno preso il via i lavori di sistemazione del tratto di via Mazzini, a Strada in Chianti, che inizia più o meno del palazzetto dello sport “Alessio Frosali”-zona scuole per terminare alla fine delle case che si trovano, procedendo verso Chiocchio, sulla destra della carreggiata.
     

    Circa 300 metri di strada che, come annunciato nel settembre scorso in occasione di Strada in Fiera dall’assessore ai lavori pubblici Simone Secchi, sono stati progettati “da uno studio professionale su incarico del Comune di Greve”.
     

    Progetto che, aveva ricordato Secchi, “prevede l’allargamento e l’adeguamento dei marciapiedi del tratto di tra l’ingresso da Sud all’abitato di Strada ed il palazzetto dello Sport, la realizzazione di numerosi stalli di sosta per auto e motorini e la piantumazione di un filare di alberi”.
     

    “Rispetto all’ipotesi iniziale – conclude Secchi – siamo riusciti ad arrivare fino alla scuola, riuscendo quindi a mettere in sicurezza la zona più stretta e più sensibile”.
     

    I lavori costeranno in tutto circa 110mila euro, compresi progettazione e oneri per la sicurezza. E daranno un volto nuovo all’area di Strada in Chianti che guarda verso Chiocchio.
     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...