spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 21 Febbraio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Scontro con un’auto sabato 1 giugno: entrambe le persone coinvolte sono straniere

    PANZANO (GREVE IN CHIANTI) – La notizia per adesso è, purtroppo, nuda e cruda. Mancano ancora alcuni dettagli, ma il dato finale è drammatico: sabato 1 giugno, nel pomeriggio, sulla strada che da Panzano in Chianti scende giù, verso Lucarelli e il Chianti senese, è morto un motociclista.

     

    Trasportato via con l'elisoccorso Pegaso, ha visto precipitare la sua situazione in pochissime ore: dalla prognosi riservata si è infatti, purtroppo, passati alla morte. Le persone coinvolte sono straniere.

     

    L'impatto, verificatosi attorno alle 16-16.30 e in seguito al quale hanno effettuato tutti i rilievi del caso gli uomini della polizia municipale di Greve in Chianti guidati dal comandante Massimo Zingoni (intervenuti sul posto), è avvenuto sulla strada regionale 222, la Chiantigiana.

     

    Il motociclista stava salendo verso Panzano in Chianti, mentre l'auto andava nella direzione opposta: pare che arrivata al bivio che sulla sinistra vede iniziare via del Mascherone (più o meno all'altezza della Conca d'Oro), l'auto abbia svoltato. Andando a impattare con il motociclista che proveniva dall'altro senso di marcia.

     

    La botta è stata tremenda: le condizioni del centauro sono apparse fin da subito gravi, tanto da rendere indispensabile l'intervento dell'elisoccorso. Purtroppo però, il peggioramento è stato repentino e nel corso della serata è purtroppo scivolato inesorabilmente verso il peggio.

     

     

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...