giovedì 16 Luglio 2020
Altre aree

    Muore all’improvviso mamma trentenne: dramma a Strada in Chianti

    Intervento di due ambulanze e del Pegaso, per cercare di strapparla alla morte: purtroppo non c'è stato niente da fare

    STRADA (GREVE IN CHIANTI) – A niente è valso l’intervento dei sanitari inviati dal 118 a Strada in Chianti.

    Dove una donna, trentenne, con una bimba di 5 anni (sarebbe stata proprio lei a trovarla in casa priva di sensi, il padre era al lavoro), si è sentita male in mattinata. E, purtroppo, è morta.

    Dopo l’allarme si sono precipitate sul posto due ambulanze. Mentre dalla centrale del 118 è stato fatto alzare in volo anche l’elisoccorso Pegaso.

    Elicottero che avrebbe provato ad atterrare prima in zona chiesa, per poi scendere in piazza del mercato, mentre i sanitari giunti con le ambulanze stavano tentando il tutto per tutto.

    Intanto, fuori dalla casa si è formato un capannello di persone, comprensibilmente disperate e preoccupatissime.

    Ma la loro speranza di una buona notizia si è dissolta dopo che a niente sono valsi i tentativi di rianimazione sul posto.

    Della situazione si è occupato anche il sindaco di Greve in Chianti, Paolo Sottani, che appena avvisato ha cercato di ricostruire i legami della famiglia sul territorio e di capire se il marito, che sembra lavori a Firenze, fosse stato avvisato.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...