spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Niccolò Masiero (Pd): “Inaccettabili parole della destra grevigiana sulle devianze”

    Segretario dei Giovani Democratici grevigiani, candidato al consiglio comunale: "Modello ostile verso le diversità e l'autodeterminazione dei giovani"

    GREVE IN CHIANTI – “Nel primo post della campagna elettorale per Roberto Abate (candidato sindaco di centrodestra a Greve in Chianti, n.d.r.) si legge che per la destra “i giovani sono il presente del nostro territorio”, eppure propongono incontri per la prevenzione delle – a detta loro – devianze”.

    Così il segretario dei Giovani Democratici di Greve in Chianti, Niccolò Masiero, candidato al consiglio comunale nella lista a sostegno di Paolo Sottani.

    “In quanto Giovani Democratici – riprende – ci chiediamo cosa intendano per “devianza”, un concetto ormai a dir poco anacronistico”.

    “È inaccettabile – rincara Masiero – che nel 2024 si parli ancora di questo: il modello di cittadinanza proposto dalla destra si dimostra essere ancora una volta ostile verso le diversità e l’autodeterminazione dei giovani”.

    “Pensiamo invece – conclude – che le nuove generazioni possano offrire una ricchezza di contenuti che va promossa e supportata, anche con l’aiuto del Comune, invece di piegarla attraverso incontri correttivi che richiamano periodi bui della nostra storia”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...