spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 27 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il 22 gennaio assemblea pubblica alla casa del popolo per parlarne con i cittadini

    Si svolgerà martedì 22 gennaio alle 21.15, presso la casa del popolo di Panzano in Chianti, un incontro alla presenza dell'assessore all'ambiente del Comune di Greve in Chianti, Simona Forzoni, del vicesindaco Paolo Sottani e di Giuseppe Ponzini (rappresentante di Quadrifoglio), per aggiornare i cittadini sui cambiamenti relativi alla raccolta differenziata.

     

    Si prevede infatti che con l'inizio febbraio, si procederà al passaggio nella frazione dalla raccolta differenziata con il sistema dei cassonetti al sistema "Porta a Porta". L'obiettivo è chiaramente quello di aumentare le percentuali di raccolta differenziata.

     

    Al mese di novembre 2012 infatti la raccolta differenziata nel comune di Greve in Chianti, pur in aumento (grazie anche all'introduzione del "Porta a Porta" nel centro storico del capoluogo) si fermava al 47,99%. Contro percentuali del 56,60% di San Casciano, 62,75% di Tavarnelle, 53,26% di Impruneta, 50,53% di Bagno a Ripoli. Ben si capisce quindi la "pressione" esercitata dall'amministrazione comunale grevigiana nei confronti di Quadrifoglio per allargare al massimo possibile il sistema di raccolta dei rifiuti domiciliare.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...