spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il compianto professore ha lasciato una grande testimonianza sul tema dell’eresia

    GREVE IN CHIANTI – Grande partecipazione sabato 26 ottobre alla presentazione del libro di Mauro Messini "Ubertino da Casale", uscito postumo per volontà della moglie, Maria Luisa Tapinassi, che ha portato a termine un sogno del compianto professore.

     

    Il sindaco Alberto Bencistà non ha fatto mancare il suo saluto ai numerosi intervenuti, facendo un ritratto dell'uomo , del cittadino e rimpiangendo la mancata possibilità di discorrere ancora di un argomento tanto attuale, come l'eresia e gli eretici.

     

    E' seguito l'intervento del professor Giuseppe Panella dell'Università Normale di Pisa che ha svolto una splendida lezione di un'ora sul peso e valore di quest'opera, inserendola nel quadro più vasto dei movimenti ereticali e del senso profondo che questi hanno avuto ed  hanno come "fiume sotterraneo".

     

    Sia lui che Maria Luisa Tapinassi, intervenuta successivamente, hanno molto apprezzato l'intervento dei curatori dell'opera per  il recupero delle note mancanti attraverso i documenti originali , consentendo al libro di rispettare la scientificità del contenuto.

     

    Lorella Rotondi, consigliere delegato alla cultura per il Comune di Greve in Chianti, ha ringraziato gli intervenuti, ma ha voluto precisare anche il prezioso contributo avuto dalla professoressa Laura Marconcini, presidente dell'Associazione Cultura Classica Atene e Roma di Pontedera  e del professor Morelli. E dell'affettuosa collaborazione grafica di Marco e Giuliano Monnecchi che hanno dato il giusto "vestito" all'opera.

     

    Nel suo intervento il professor Giulio Bencistà, ex preside delle scuole medie grevigiane, ha ripercorso momenti di affettuosa vicinanza a Mauro Messini che gli hanno reso meno pesante il duro  lavoro assegnatogli come correttore di bozze.

     

    La serata si è conclusa con un rinfresco: perché si voleva brindare, per volontà della signora Tapinassi, al lavoro lasciato dal marito, alla gioia di averlo conosciuto che attenua certamente il dolore della perdita.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...