spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 31 Marzo 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il Comune di Greve in Chianti onora la memoria di Oriana Fallaci con tre appuntamenti

    Il 21 settembre in sala consiliare, il 15 ottobre si inaugura un giardino, il 21 ottobre con il viceministro Nencini

    GREVE IN CHIANTI – In occasione del decennale della morte di Oriana Fallaci, che ricorre il 15 settembre, il Comune di Greve in Chianti dedica alla scrittrice una serie di iniziative volte a ricordare la figura di una delle più importanti protagoniste del giornalismo e della cultura del paese.

     

    Un’intellettuale strettamente legata al territorio grevigiano, dove ha trascorso molti momenti della propria vita e dove amava rifugiarsi, nel podere di famiglia, a Casole.

     

    Testimoni di questo sentimento di appartenenza sono le parole memorabili di "Un cappello pieno di Ciliegie".

    La prima iniziativa in calendario si terrà mercoledì 21 settembre nell’aula del consiglio Comunale. E’ qui che sarà celebrato un ricordo speciale.

     

    Sabato 15 ottobre il Comune di Greve inaugurerà il giardino dedicato alla giornalista, insieme alla statua a lei dedicata e realizzata dall’artista grevigiana Viola Granucci.

     

    “Altra data significativa – dice il sindaco Paolo Sottani – è quella in programma lunedì 17 ottobre, nella sala Margherita Hack dove ricorderemo la figura della grande scrittrice e giornalista attraverso un incontro col viceministro Riccardo Nencini e col direttore del Corriere Fiorentino, Paolo Ermini. Nella stessa occasione verrà scoperta una targa dedicata ad Oriana”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...