spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Prevista per domenica 6 ottobre, causa previsioni avverse rinviata a domenica 13 ottobre

    GREVE IN CHIANTI – Date le avverse condizioni meteorologiche previste per domenica 6 ottobre 2013, l'appuntamento con la manifestazione “Cuochi e Beccai”, la settima edizione della rassegna promossa dall'amministrazione comunale greigiana, da Assomacellai e da Fiesa Confesercenti Firenze, per  valorizzare e promuovere la  Carne Bovina, sarà rinviato alla domenica successiva 13 ottobre 2013.

     

    La manifestazione si aprirà allo stesso modo, domenica mattina (13 ottobre), con la Tavola rotonda “Beccai Forever: strumenti e strategie per salvaguardare il settore. Finalmente una legge per il sostegno al commercio di vicinato!”.

     

    Oggetto della tavola rotonda sarà, appunto, l'impegno per l'approvazione di un nuovo progetto di legge a sostegno di un settore, quello della macelleria e, più in generale, quello del piccolo commercio food di vicinato, che ha visto, negli ultimi anni, perdere almeno il 30% delle attività tradizionali.   
     

    Al termine dei lavori verranno consegnati i premi Grevigiano Docg 2013 ad imprenditori del settore che si sono contraddistinti nella promozione e diffusione della tradizione enogastronomica del territorio.
     

    A partire dalle 11 fino alle 21 della sera si svolgerà, come sempre, una grande Grigliata in Piazza di degustazione di carne bovina e suina italiana con la collaborazione dei rioni di Greve. Presso i ristoranti segnalati come “Amici di Cuochi e Beccai” saranno promossi menu completi al costo fisso di 25 euro.

     

    A partire dalle 16 si esibirà anche la Street Band "Attraroba" mentre in Piazza sarà presente, sin dal mattino, anche  una interessante Mostra d'Auto d'Epoca.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...