spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Mamma grevigiana malata di leucemia: già in 12 sono andati a farsi fare il prelievo

    La dottoressa Antonella Bertelli (responsabile Centro Sangue Ponte a Niccheri) spiega la procedura

    GREVE IN CHIANTI – Sta raccogliendo gli effetti desiderati l'appello lanciato nei giorni scorsi da Greve in Chianti, per sostenere le speranze di un trapianto midollare per una giovane mamma grevigiana malata di una forma importante di leucemia.

     

    Al Centro Sangue dell'ospedale Santa Maria Annunziata di Ponte a Niccheri, fra venerdì 28 e sabato 29 ottobre, si sono già presentate dodici persone: dieci idonee e due no.

     

    Idonee che non vuol dire, è bene precisarlo bene, compatibili. A spiegare il tutto ci pensa la dottoressa Antonella Bertelli (in foto), responsabile del Centro Sangue dell'Osma.

     

    "Vi è un grande senso di solidarietà in tutti noi – spiega Bertelli – quando una persona della nostra comunità viene colpita da una grave malattia. Siamo disponibili ad accogliere le persone che verranno e che dovranno essere consapevoli che la compatibilità è molto difficile da trovare".

     

    "Ma effettuando la tipizzazione ed iscrivendosi al registro italiano di midollo osseo IBMDR – ricorda – potremo comunque essere donatori a disposizione per tutti i pazienti italiani o del mondo che avranno bisogno del midollo o per meglio dire delle cellule staminali emopoietiche".

     

    "Ci possiamo iscrivere dai 18 ai 35 anni – spiega ancora la dottoressa Bertelli – Rimaniamo nel registro fino ai 55. Potrete prenotarvi presso il nostro Servizio Immunoematologia e Trasfusione dell'ospedale Santa Maria Annunziata telefonando la mattina dalle 8 alle 13 (0556936480-316)".

     

    "Il percorso del trapianto ha però bisogno anche di tante sacche di sangue e piastrine – tiene a dire – venite dunque anche a donare il sangue, sia che rientrate o che non rientriate per età nei requisiti per la donazione di midollo perché senza questi preziosi componenti i trapianti, gli interventi, le cure di cui i pazienti hanno quotidianamente bisogno non sarebbero possibili".

     

    "E soprattutto prenotate – conclude – perché tutti i tipi di donazione hanno bisogno di essere costanti e continue nel tempo. Grazie a tutti di cuore".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...