spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 9 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Uno andato a segno, uno a vuoto: il 19 settembre assemblea con il comandante dei carabinieri

    SAN POLO (GREVE IN CHIANTI) – Un bollettino di guerra, uno stillicidio ormai quotidiano di furti andati a segno ed effrazioni fallite per un millimetro, un dettaglio.

     

    San Polo in Chianti è ormai un paese sfibrato da mesi e mesi di continui furti in appartamento, in un caso sfociati anche in una rapina a mano armata a danno di una coppia di anziani.

     

    Il 19 settembre l'amministrazione comunale grevigiana ha indetto un'assemblea pubblica alla quale sarà presente anche il comandante della Compagnia di Figline Valdarno Luca Mercadante. Ma la situazione è davvero al limite. Anzi, probabilmente il limite è stato superato da tempo.

     

    Gli ultimi due casi sono quelli avvenuti nella mattina di oggi, martedì 3 settembre, quando fra le 9 e le 9.30 una moto di grossa cilindrata, con a bordo due persone (una delle quali indossava un casco nero), è stata vista in località "La Piana". 

     

    Dopo aver sostato per alcuni minuti allo stop di via Giotto sono ripartiti, per poi fermarsi pochi metri dopo davanti alla abitazione che pare sia stata "visitata" l'1 agosto scorso da due "falsi carabinieri" che con la scusa di visionare delle banconote per evitare falsi in giro avevano fatto, evidentemente, una sorta di sopralluogo. 

     

    Passando dal retro hanno forzato la porta di accesso e si sono diretti verso il mobile "vetrina" da cui il proprietario aveva preso le banconote per farle vedere ai falsi militi: hanno arraffato quello che hanno potuto trovare ad eccezione dei soldi, perché spostati altrove. 

     

    Non trovandoli hanno messo sottosopra tutta la casa approfittando dell'assenza dei due coniugi. Prima di andarsene hanno provato senza riuscirci a entrare nell'appartamento confinante. Poi sono stati visti ripartire indisturbati in direzione Figline Valdarno.

     

    In attesa dell'assemblea pubblica si invita comunque alla massima collaborazione fra cittadini e forze dell'ordine, carabinieri e polizia municipale in primis. E di segnalare qualsiasi movimento sospetto si noti, anche se all'apparenza insignificante.

     

    Questi i numeri di telefono a cui fare riferimento: 0559153400 (Comando carabinieri Figline Valdarno); 055853006 (Stazione carabinieri Greve in Chianti); 055858004 (Stazione carabinieri Strada in Chianti); 055853511 (polizia municipale Greve in Chianti).

     

    ARTICOLI CORRELATI

     

    – San Polo senza pace: ancora tentativi di furti in casa

    – L'appello: "Un fax ai carabinieri per chiedere sicurezza"

    – San Polo adesso ha davvero paura: un altro furto in una casa

    – Anziani sequestrati e derubati in casa: choc a San Polo

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua