spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    San Polo in Chianti: un’opera d’arte in piazza per ricordare il dottor Luciano Cecconi

    Storico medico della frazione grevigiana, è rimasto nel cuore di tantissimi. Sarà nella piazza delle scuole: attivata una sottoscrizione per coprirne le spese

    SAN POLO (GREVE IN CHIANTI) – Affetto. Memoria. Gratitudine e senso di appartenenza.

    C’è questo e molto altro nell’installazione artistica in memoria del dottor Luciano Cecconi, che verrà installata a San Polo in Chianti.

    “Un paese ci vuole, non fosse per il gusto di andarsene via. Un paese vuol dire non essere soli, sapere che nella gente, nelle piante, nella terra c’è qualcosa di tuo, che anche quando non ci sei resta ad aspettarti”.

    Citano Cesare Pavese i promotori dell’iniziativa (il Comitato Cittadini in ricordo del Dottor Luciano Cecconi, il Comitato Turistico San Polo), che vuol ricordare così colui che per lunghi anni è stato medico di famiglia nella frazione grevigiana.

    “Per ricordarne l’impegno umano – dicono il Comitato dei Cittadini e il Comitato Turistico – professionale e civile a favore del paese”.

    Per questo, ricordano, “la cittadinanza, con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Greve e la collaborazione del Comitato Turistico decise (ormai anni fa ) di realizzare un’installazione artistica da collocare al centro dell’area verde nella piazza delle scuole di San Polo”.

    “L’opera – raccontano ancora – realizzata da Maria Chiara, una delle figlie del dottor Cecconi, dopo una lunga fase di attesa dovuta al cambio di amministrazione, alla necessità da parte della stessa di completare la piazza delle scuole (spazio prescelto per collocare l’installazione) e non ultimo i ritardi provocati dalla pandemia… è finalmente giunta alla fase conclusiva”.

    “L’intenzione – annunciano – è cercare di concludere il lavoro per l’installazione entro i prossimi mesi, in modo che l’opera possa essere inaugurata nella prossima primavera”.

    “La realizzazione del progetto – specificano – donato da Maria Chiara alla comunità in ricordo del padre, sarà finanziato grazie al contributo dell’Ordine dei Medici di Firenze, dell’amministrazione Comunale che realizzerà le basi per installare l’opera, dell’associazionismo, del volontariato e da una sottoscrizione tra quei cittadini desiderosi di ricordare la generosità del “loro” dottore in favore della comunità di San Polo”.

    Chi fosse interessato a contribuire al pagamento delle spese occorse per la realizzazione
    dell’opera, può effettuare un versamento sul seguente IBAN del Comitato Turistico di San Polo: IT07N0832537892000000204908 (causale “In Memoria del Dott. Luciano Cecconi”).

    A descrivere l’opera è proprio l’autrice, figlia del medico, Maria Chiara: “Il progetto nasce dal desiderio di dare continuità sia al senso di appartenenza che alla grande disponibilità espressa da mio padre con il suo operato”.

    “Da qui – prosegue – l’idea di una scultura che fosse commemorativa ma anche fruibile a tutti, bambini e adulti, simbolo di accoglienza quale è la struttura delle seduta. Chiunque potrà riposare, giocare, raccontare e ricordare in un piacevole luogo fatto per e dalla comunità”.

    “Il progetto RITRATTO-SEDUTA – dice ancora Maria Chiara Cecconi – consiste in quattro sedute composte da elementi modulari in terracotta con l’inserimento di fioriere e tracciati di giochi (tris, filetto, scacchiera, gioco dell’oca e lettere dell’alfabeto) da collocare nel giardino della piazza antistante le scuole”.

    “Nello spazio centrale dell’area verde della piazza – specifica – su una base raso terra a forma ellittica (in calcestruzzo architettonico), due sedute, di cui una con il ritratto, dialogano fra loro, mentre le altre sedute si posizionano ai bordi del giardino”.

    “La figura di mio padre – conclude – è in bassorilievo con interventi di terra bianca e nera, modellato su un’alzata che diventerà schienale della seduta. Il lavoro sarà realizzato con la Fornace Poggi Ugo Terrecotte di Impruneta”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA 

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...