spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Si parte! Ecco il super programma delle feste di Natale nel comune di Greve in Chianti: dall’1 dicembre al 6 gennaio

    Il fitto cartellone di eventi, promosso e organizzato dal Comune, nasce dalla collaborazione con le Botteghe di Greve e le associazioni locali

    GREVE IN CHIANTI – Greve in Chianti, Lucolena, Panzano, Poggio alla Croce, San Polo, Strada, Ferrone e Montefioralle.

    Chi aspetta il Natale tra le colline fiorentine è chiamato ad accorciare le distanze fisiche e culturali, a compiere un viaggio tra i borghi, le piazze, i castelli fortificati e le autentiche radici di una comunità che ama celebrare insieme l’arrivo della festa più “calda” dell’anno.

    “Il nostro è un Natale che vuole provare a cogliere e valorizzare la profondità delle relazioni tra le persone – dichiara il vicesindaco Giulio Saturnini – in un momento, così complesso, figlio degli effetti negativi della pandemia che comunque ci hanno lasciato in eredità la tendenza alla chiusura e all’isolamento, l’esperienza della vicinanza e della solidarietà è quanto di meglio ci possa capitare, la socialità è un aspetto che ritengo essenziale per vivere nell’ascolto, nella cura di noi stessi e degli altri”.

    “Aspettando il Natale”, in programma dall’1 dicembre al 6 gennaio 2023, è un itinerario collettivo e variegato che conduce dritto al cuore della magia e dell’atmosfera natalizia, accompagnato da una molteplicità di concerti, spettacoli teatrali, lettura, libri, mercatini, giochi del passato, tombole, film, alberi e presepi addobbati e luminosi, attività e laboratori per grandi e piccini e tante occasioni di arricchimento solidale e sostenibile.

    Anche quest’anno il Comune di Greve in Chianti, complici Le Botteghe di Greve del Centro Commerciale Naturale, nel capoluogo è riuscito a realizzare una programmazione unitaria.

    E a mettere in rete su tutto il territorio le tante proposte ideate e organizzate dalla giunta comunale in collaborazione con le associazioni, attive e dinamiche, presenti sul territorio.

    Gli auguri di Natale prendono il via il primo dicembre a Greve in Chianti con l’organizzazione di un evento dedicato ai più piccoli alle ore 17.30 negli spazi del bar sociale “#PostAzione”, organizzato dalla cooperativa sociale onlus La Stadera.

    Sabato 3 dicembre, alle ore 16, ancora un laboratorio natalizio, organizzato per la realizzazione di ghirlande in fiore, presso il bar sociale, firmato sempre dalla Stadera, e domenica 4 dicembre le vie del borgo di Panzano in Chianti si animano con il mercatino “Aprilante”, dalle ore 10 alle ore 18, mentre a Strada in Chianti sarà il Coro Polifonico del Chianti, diretto dal Maestro Elena Superti, ad intonare il Concerto degli Auguri, nell’ambito della celebrazione della Santa Messa in programma alle ore 11 presso la chiesa di San Cristoforo.

    Sarà una domenica speciale anche per la comunità del Ferrone dove il Teatro del Circolo Arci propone uno spettacolo rivolto alle famiglie e ai bambini “Fiabe in musica”, messo in scena dalla Compagnia Il Paracadute di Icaro per la regia di Vincenzo Calenzo e Marta Cecchi (ore 16.30).

    Per la festa dell’Immacolata la giostra degli eventi natalizi si moltiplica negli spazi pubblici di Greve e Panzano. Dalle ore 10 in piazza Matteotti gli artigiani e non solo saranno presenti con i loro mercatini natalizi.

    La giornata si preannuncia ricca di attività per bambini: il Ludobus del Buon Sollazzo con giochi artigianali per bambini adulti, “I Racconti di Vini” con letture e musica dal vivo a cura del Cantiere Artaud, l’arrivo di Babbo Natale con i regali offerti dal Centro Commerciale Naturale.

    E alle ore 16.30 l’accensione dell’albero nel corso della quale l’amministrazione comunale premierà i compleanni speciali delle associazioni Gruppo San Michele Gev del Chianti che compie 30 anni, La Racchetta che spegnerà 50 candeline, Fondazione Cure2 Children che festeggia 15 anni, il Gruppo Insieme che arriva al traguardo dei 30 anni. L’Orchestrina Natale Jazz inonderà di note le vie del centro storico di Greve.

    A Panzano in Chianti la festa di Santa Cecilia sarà protagonista dalle ore 10.30 presso la chiesa di Santa Maria Assunta di Panzano, con la celebrazione della Santa Messa, arricchita dal concerto della Filarmonica “Giuseppe Verdi”, diretta dal maestro Lorenzo Anichini.

    Ancora la tradizione torna a primeggiare incontrastata tra le antiche vie e i cortili di Panzano dove prenderà forma la decima edizione de “I Presepi di Panzano” a cura della Pro Loco che espone presepi artistici ed opere d’arte ispirate al tema della Natività. L’allestimento sarà visitabile fino al 6 gennaio 2023.

    “Insomma un calendario fitto e in continuo movimento per tutte le età e tutti i gusti di cui diamo solo un assaggio – aggiunge il vicesindaco – gli appuntamenti proseguiranno tutto il mese e nelle diverse frazioni fino a salutare il nuovo anno”.

    C’è solo da sperare che persino l’eterno papà vestito di rosso, guidato dalla sua renna, in viaggio sulla maxislitta tra le colline e le montagne di Greve in Chianti, non perda la via per tornare a casa. In fondo, caro Babbo Natale, una vacanza nel Chianti, non sarebbe poi così male… .

    Un doppio regalo per i bambini chiantigiani che sarebbero felici di averti turista non per caso. Il programma dettagliato degli eventi natalizi “Aspettando il Natale” è disponibile sul sito web e gli strumenti social del Comune.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...