lunedì 28 Settembre 2020
Altre aree

    “Siamo sicuri che sui vigili sia stata la scelta giusta fare un corpo unico nel Chianti fiorentino?”

    Segnalazione da Greve in Chianti: "Ieri, domenica 6 settembre, avevo una macchina davanti casa in divieto di sosta. Ho dovuto chiamare i vigili di San Casciano..."

    Vivo a Greve in Chianti e ieri, domenica 6 settembre, avevo una macchina davanti casa in divieto di sosta.

    Ho dovuto chiamare i vigili di San Casciano.

    Sono stati molto gentili ma sono potuti venire dopo più di un’ora, e sono stati anche veloci visto che erano su un altro intervento a Chiesanuova.

    Mi immagino solo il disagio per loro se nel frattempo venivano chiamati per intervenire da un altra parte di un territorio così vasto.

    In un paese turistico come Greve in Chianti, è normale non avere i vigili locali tutte le domeniche?

    E quando ci sono, anche loro, come i vigili di San Casciano e di Barberino Tavarnelle devono coprire un territorio molto vasto.

    Tra l’altro, già durante la settimana, la sera non abbiamo questo servizio, e i cittadini dopo le otto non sanno a chi rivolgersi.

    In un paese turistico come Greve, mi sembra strano, d’estate sarebbe opportuno.

    Mi domando: l’Unione Comunale del Chianti Fiorentino è stata una scelta opportuna e consapevole?

    E se si per alcuni motivi, non vi sembra ci sia qualcosa da rivedere?

    Leonardo Manetti

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: [email protected]

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino