spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 26 Febbraio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il grevigiano, consigliere e amico di Matteo Renzi, si sposa il 27 settembre: ricevimento a Impruneta

    GREVE IN CHIANTI-IMPRUNETA – Saranno nozze fiorentino-imprunetine quelle che il 27 settembre prossimo vedranno protagonista il grevigiano "doc" Marco Carrai, promesso sposo di Francesca Campana Comparini.

     

    "Marchino", il consigliere e amico fidato del premier Matteo Renzi, protagonista alcuni mesi fa delle famosa polemica sull'attico di via Alfani concesso gratuitamente al premier ai tempi in cui era sindaco di Firenze, non farà un matrimonio (come in molti si attendeveno, visto la nota riservatezza del personaggio) in sordina.

     

    Ben 350 gli invitati (almeno a quanto dice Il Corriere Fiorentino dando un anticipazione del servizio che uscirà su Panorama il 27 settembre), e tre liste di nozze, con sontuosi regali (quasi centomila euro in totale). A officiare, il priore padre Bernardo Gianni. E i testimoni, almeno secondo le anticipazioni di Panorama, potrebbero essere il premier e sua moglie Agnese. Accanto alla quale (vedi foto) Carrai seguì l'insediamento di Matteo Renzi al Governo.

     

    Tra gli invitati numerosi politici: l’eurodeputato Nicola Danti, il ministro Maria Elena Boschi, il sindaco Dario Nardella.

     

    Il ricevimento si dovrebbe svolgere a Villa Corsini a Mezzomonte, all’Impruneta, splendida location lungo la via Imprunetana per Pozzolatico.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...