spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 28 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sushi in Chianti: fra agriturismo, consegne a domicilio e pezzi speciali in arrivo

    Arriva il California Maki ma, soprattutto, la collaborazione con Calvisius, il top del caviale italiano: questa settimana un Uramaki speciale, farcito con storione e guarnito con caviale

    GREVE IN CHIANTI – “Una settimana all’insegna delle consegne a domicilio”: questa settimana comincia così la nostra chiacchierata con Francesco, consulente manager di Sushi in Chianti.

    “Forse il meteo – riflette – certamente la comodità del servizio, abbiamo portato il nostro sushi a San Casciano, Chiesanuova, Radda in Chianti, Strada in Chianti e Greve in Chianti“.

    “Ci stiamo preparando per la Pasqua – anticipa – Questa settimana aggiungiamo il Salmon Maki con gambero fritto detto anche California Maki“.

    “E poi – dice contento – con piacere posso dire di aver ripreso contatto con l’azienda Calvisius, il top del caviale italiano. E per questa nuova collaborazione abbiamo deciso di fare proprio un Uramaki speciale, farcendolo con lo Storione Calvisius e poi guarnito con il loro caviale“.

    “Questo è un pezzo molto pregiato – spiega – in quanto il prezzo dello storione si aggira sui 45 euro al kg e per quanto riguarda il caviale che useremo per il nostro Uramaki Calvisius siamo sui 950 euro al kg”.

    “Faremo una confezione di 4 pezzi di Storione e Caviale – precisa – al prezzo convenientissimo di 12 euro, per dare la possibilità a tutti di godere di un momento di pura felicità, mentre per il California Maki faremo i tradizionali 8 pezzi”.

    “Questa settimana – conferma – abbiamo anche stipulato la prima collaborazione con un agriturismo per la consegna in loco del nostro sushi, per i loro clienti. La Rimbecca ha bruciato tutti sul tempo, volendo regalare un servizio unico ai propri ospiti”.

    “Vogliamo ringraziare tutti i nostri clienti vecchi e nuovi – afferma sorridendo – la nostra pagina Facebook ha raggiunto in breve i 300 like, mentre il gruppo di Sushinchianti  in due settimane sfiora i 500 iscritti”.

    “Un ringraziamento speciale a Cristina Elke – prosegue – proprietaria della meravigliosa Villa La Petraia a Panzano per le fantastiche foto pubblicate sui social. Ed un grande grazie a tutti quelli che organizzano cene per compleanni o semplicemente usano il nostro sushi, per ritrovarsi insieme per una serata diversa”.

    Sushi in Chianti: si mangia anche ai tavoli all’esterno, in piazza delle Cantine

    E’ importante ricordare – ripete – che le consegne possono essere effettuate a Greve in Chianti, Impruneta, San Casciano (fino al Bargino), Radda in Chianti, Barberino Tavarnelle, Bagno a Ripoli (anche Grassina) e San Donato in Poggio. Queste inizieranno giovedì sera dalle 18 e termineranno domenica alle 14. La possibilità di ordinare invece termina domenica alle 12, dopo è troppo tardi per una preparazione corretta”.

    “Concludo – ribadisce – che per le ordinazioni potete usare la nostra WebApp, dove troverete il menu dettagliato, www.sushinchianti.it disponibile h24 sette giorni su 7, oppure tramite WhatsApp al numero 3926468943“.


    📍 Indirizzo: piazza delle Cantine 43, Greve in Chianti

    💻 Sito web/Web App: www.sushinchianti.it

    📱 Cellulare/Whatsapp: 3926468943

    🛍 Shopfan: https://shopfan.io/shopper

    👉 Facebook: https://www.facebook.com/groups/478773787260269

    👉 Instagram: https://www.instagram.com/sushi.in.chianti/

    (CONTENUTO SPONSORIZZATO)

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...