spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Questione migranti ospitati al Ferrone: “L’amministrazione prosegua il progetto”

    Il neo segretario Pd Greve Tommaso Cecchi: "Giusto allontanare chi ha commesso i fatti. Ma non si generalizzi"

    GREVE IN CHIANTI – "Credo che ogni cittadino abbia dei diritti e dei doveri, e che quest’ultimi debbano essere rispettati a prescindere dalla nazionalità o dalla situazione personale, dunque trovo giusto il provvedimento, richiesto anche dal sindaco, che è stato preso nei confronti dei ragazzi che si sono resi protagonisti in negativo dell’accaduto".

     

    Il neo segretario del Partito democratico grevigiano, Tommaso Cecchi, sceglie un argomento a dir poco spinoso per la sua prima uscita pubblica. Ovvero la vicenda dei giovani albanesi del progetto Sprint al Ferrone.

     

    Cinque dei quali alcune settimane fa si sono resi protagonisti di quella rissa sull'autobus da cui poi sono scaturite denunce, polemiche. E allontamenti da parte della cooperativa che gestisce il progetto (Il Cenacolo).

     

    "Credo sia opportuno – spiega Cecchi – in quanto vicenda che coinvolge la nostra comunità e l’amministrazione, di intervenire portando la posizione del Pd grevigiano sull’argomento".

     

    "Devo però anche dire – precisa Checchi – che trovo ingiusto cercare di demolire un intero progetto di integrazione, come quello in questione che stava iniziando a dare buoni risultati, basti pensare che alcuni ragazzi stavano completando la loro formazione e già si affacciavano al mondo del lavoro, a causa di un evento isolato e per colpa soltanto di alcuni di loro".

     

    "Troppo facile – incalza – portare avanti soluzioni che tendono a generalizzare e disfare tutto quello che con fatica è stato fatto. Non voglio credere che la nostra comunità possa arrendersi a messaggi semplicistici e a processi mediatici. Bisogna certo cercare di risolvere le problematiche man mano che si presentano, ma va comunque preservata la positività rispetto a al percorso di integrazione".

     

    "Credo dunque – conclude il segretario del Pd grevigiano – che l’amministrazione debba andare avanti con tale progetto, migliorandone quando necessario gli aspetti meno funzionanti, ma continuando su questa strada che seppur difficile sta dando risultati. Strada che però può essere resa meno difficile dalla collaborazione dei cittadini e la maturità che da sempre li contraddistingue".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...