spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 25 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Tpl in Chianti e nuovo gestore: stasera a Greve arriva il presidente di Autolinee Toscane

    Sarà l'occasione per fare il punto, dopo una settimana e mezzo, sul servizio in territorio chiantigiano. Presenti anche sindacalisti e rappresentanti dei consumatori

    GREVE IN CHIANTI – Serata da non perdere oggi, giovedì 11 novembre, a Greve in Chianti.

    Dove, nell’ambito di una iniziativa organizzata dalla casa del popolo grevigiana, arriverà sul territorio Gianni Bechelli, presidente di Autolinee Toscane.

    Autolinee Toscane che, come sappiamo, dall’1 novembre è il gestore unico del trasporto pubblico locale in tutta la Toscana.

    Sarà quindi l’occasione per fare un primo punto, dopo una settimana e mezzo di servizio, su cosa è cambiato (e se è cambiato) in territorio grevigiano e chiantigiano.

    Che, lo ricordiamo, è collegato al resto della provincia solo ed esclusivamente con trasporto su gomma.

    E che, ricordiamo anche questo, sconta problematiche strutturate, sia in termini di collegamenti con Firenze, sia in termini di collegamenti interni, nei comuni e fra comuni.

    Accanto a Bechelli saranno presenti Monica Santucci, segretaria regionale Filt Cgil; Luca D’Onofrio, presidente regionale Toscana Federconsumatori. Coordina la serata Matteo Pucci, direttore del Gazzettino del Chianti.

    Sono stati invitati a partecipare i sindaci del Chianti e i consiglieri comunali. 

    L’inizio è previsto per le 21.15, tutti i cittadini sono invitati a partecipare: per l’ingresso è necessario essere in possesso del Green Pass.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...