spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 3 Luglio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Variante al Piano Strutturale e Piano operativo. Prende il via il percorso partecipativo a Greve in Chianti

    Questa sera alle ore 21 presso il Centro civico di Strada in Chianti. Prossimi appuntamenti previsti online, il 30 giugno e il 7 luglio

    GREVE IN CHIANTI – Ci saranno il sindaco di Greve in Chianti Paolo Sottani, la responsabile dell’area urbanistica Laura Lenci e i progettisti ad illustrare, questa sera alle ore 21 presso il Centro civico di Strada in Chianti, contenuti e obiettivi della Variante al Piano strutturale e del Piano operativo.

    Con l’approvazione del Piano attuativo relativa all’area compresa tra la variante alla SR 222 e la scuola primaria di strada in Chianti.

    È con un’assemblea pubblica, organizzata nella frazione, che prende avvio il percorso partecipativo per la variante in cui saranno comunicate le previsioni urbanistiche, delineate dall’amministrazione comunale.

    L’obiettivo “è quello di riqualificare e mantenere il sistema dei servizi di livello locale – dicono dall’amministrazione comunale grevigiana – e potenziare l’offerta dei servizi per gli anziani, nonché rafforzare il sistema dei parcheggi e del verde urbano”.

    I successivi appuntamenti previsti nell’ambito del percorso partecipativo si terranno giovedì 30 giugno alle ore 18.30 con videoconferenza aperta a tutti gli interessati (https://meet.goto.com/705347477).

    E giovedì 7 luglio alle ore 18.30, sempre in videoconferenza, cui gli interessati per accedere dovranno fare richiesta scrivendo alla mail segreteria@comune.greve-in-chianti.fi.it.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...