martedì 26 Gennaio 2021
Altre aree

    Vino al Vino non si ferma. A Panzano in Chianti la 26esima edizione: 2 giorni, format diverso

    Sabato 19 e domenica 20 settembre possibilità non solo di degustare i vini, ma anche di visitare le aziende, in un tour alla scoperta di uno dei territori vitivinicoli più belli al mondo

    PANZANO (GREVE IN CHIANTI) – Settembre, il mese della vendemmia e delle feste del vino per antonomasia.

    Fra i classici appuntamenti con i produttori del Gallo Nero, Vino al Vino da un quarto di secolo attira a Panzano in Chianti gli eno-appassionati di tutto il mondo nel terzo fine settimana del mese.

    Quest’anno, per la sua 26esima edizione, Vino al Vino propone un format diverso, volendo adottare misure precauzionali a fronte dell’epidemia Covid-19, volte a garantire il distanziamento sociale e la sicurezza dei visitatori, senza tuttavia compromettere il piacere di poter degustare, scoprire e apprezzare la produzione enologica d’eccellenza del comprensorio panzanese.

    Questa edizione di Vino al Vino sarà più concentrata in termini di giorni ma ancora più emozionante di quelle passate: si svolgerà infatti in due giornate, sabato 19 e domenica 20 settembre, e darà la possibilità non solo di degustare i vini, ma anche di visitare le aziende, in un tour alla scoperta di uno dei territori vitivinicoli più belli al mondo.

    Modalità di partecipazione

    Nelle giornate del 19 e 20 settembre, dalle 10 alle 18, presso lo stand di Vino al Vino, in piazza Bucciarelli a Panzano in Chianti, sarà possibile acquistare un bicchiere (10 euro), corredato da una cartina del territorio panzanese.

    Muniti di bicchiere e cartina, i visitatori potranno così recarsi nelle aziende e degustare i vini Chianti Classico e gli IGT prodotti nella zona: per facilitare l’accesso alle aziende ed evitare attese o sovraffollamenti, sulla cartina saranno suggeriti quattro percorsi diversificati.

    Personale incaricato presso lo stand in piazza fornirà tutte le indicazioni necessarie per poter iniziare questa magnifica esperienza enologica nel territorio del Gallo Nero.

    I visitatori avranno la possibilità di degustare nelle aziende più vini di annate diverse, in primis naturalmente il Chianti Classico, e conoscere più da vicino un territorio e un’associazione di produttori che da più di vent’anni propone al mercato enologico italiano ed internazionale vini biologici e di filiera corta, con i suoi 500 ettari di vigneto di cui oltre il 90% gestito secondo i criteri della viticoltura biologica.

    Vino al Vino è organizzata dall’Unione Viticoltori di Panzano con il patrocinio del Comune di Greve in Chianti e del Consorzio Vino Chianti Classico.

    Nata nel 1995 l’Unione Viticoltori di Panzano unisce 22 viticoltori con un’idea comune: produrre vini di altissimo livello nel rispetto della propria terra.

    Le aziende aderenti sono: Cafaggio, Candialle, Casaloste, Castello dei Rampolla, Cennatoio, Fontodi, Il Molino di Grace, Il Palagio di Panzano, La Massa, La Quercia, Le Cinciole, Le Fonti, L’Orcio a Ca’ di Pesa, Monte Bernardi, Panzanello, Renzo Marinai, Rignana, Tenuta Casenuove, Tenuta degli Dei, Vallone di Cecione, Vecchie Terre di Montefili, Vignole.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...