spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 20 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    10.000 euro alla Biblioteca Comunale di Impruneta per acquistare testi presso le librerie del territorio

    Il contributo è stato ottenuto grazie alla partecipazione al bando previsto dal decreto per il riparto del "Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali"

    IMPRUNETA – Il contributo, approvato con Decreto Ministeriale 561 del 20/08/20, dovrà infatti essere speso presso le librerie dislocate nel territorio in cui è ubicata la biblioteca, al fine di sostenerne le attività che, a seguito dell’emergenza Covid-19, hanno subito un calo delle vendite anche per il fatto di non poter disporre di altri canali di vendita oltre a quello tradizionale.

    Tale somma – specifica l’assessorato alla Biblioteca guidato da Sabrina Merenda – è ragguardevole per il nostro Comune e permetterà, oltre che di supportare le piccole ma importantissime librerie territoriali in un momento tanto delicato, anche di ampliare e rinnovare il catalogo librario a disposizione degli utenti.

    I bibliotecari sono come sempre disponibili a raccogliere i suggerimenti degli utenti sui titoli che andranno ad ampliare il patrimonio comunale, permettendo nello stesso tempo di promuovere, grazie alla cultura, l’economia locale.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...