mercoledì 28 Ottobre 2020
Altre aree

    “300 metri di strada sterrata in prossimità della fornace REF: è stata autorizzata?”

    Esposto ai vigili di Alessandro Giovannini e Gabriele Franchi (Cittadini per Impruneta), Matteo Zoppini (Centrodestra), Leonardo Rossi (MoVimento 5 Stelle) e Roberto Viti (Obbiettivo Comune)

    IMPRUNETA – E’ firmato da tutti i consiglieri di opposizione l’esposto inviato al comandante della polizia municipale di Impruneta, Enrico Calamante, e all’assessore Laura Cioni, in merito ad alcune “lavorazioni di tracciato stradale” nella zona della fornace REF.

    Le firme sono di Alessandro Giovannini e Gabriele Franchi (Cittadini per Impruneta), Matteo Zoppini (Centrodestra per Impruneta), Leonardo Rossi (MoVimento 5 Stelle) e Roberto Viti (Obbiettivo Comune).

    “I sottoscritti consiglieri comunali – si legge – espongono a codesto ufficio, qualora non ne fosse a conoscenza, che in prossimità dell’ingresso della fornace REF è stato realizzato un tracciato stradale di circa 300 metri che arriva fino alla rete di una proprietà privata”.

    “Per quanto è di nostra conoscenza – sottolineano – questo tracciato é stato realizzato senza autorizzazione”.

    “Restiamo in attesa – concludono – del riscontro della legittimità di tali esposte lavorazioni ovvero di essere notiziati sull’apertura d’ufficio del procedimento sanzionatorio”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...