spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    A sostegno dei più deboli. L’Auser arriva anche a Tavarnuzze, per tre giorni a settimana

    "E' un grande sforzo e impegno da parte dell'Auser - dice l'assessore ai servizi sociali Laura Cioni - alla quale va tutta la mia riconoscenza per questa iniziativa"

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – L’associazione di volontariato Auser Volontariato Impruneta sarà presente nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 9 alle 11, presso la sede dello SPI (Sindacato Pensionati Italiani) in via I Maggio 14 a Tavarnuzze.

    “E’ un grande sforzo e impegno da parte dell’Auser – dice l’assessore ai servizi sociali Laura Cioni – alla quale va tutta la mia riconoscenza per questa iniziativa”.

    “Anche i cittadini di Tavarnuzze – riprende – potranno interfacciarsi direttamente con i volontari dell’associazione ed avere quindi la possibilità di conoscere sempre meglio la realtà associativa e di consolidare le relazioni”.

    Il Comune di Impruneta ha in corso una convenzione con l’associazione per progetti di sostegno alle persone che si trovano in condizioni di bisogno.

    Come servizi di trasporto sociale per anziani, minori e disabili, promozione di azioni di solidarietà sociale nei confronti di cittadini bisognosi, socializzazione, accompagnamento, attività di supporto.

    Inoltre, Auser si occupa dell’organizzazione di soggiorni vacanza estivi rivolti ad anziani, patrocinati dal Comune.

    La nuova sede si aggiunge allo sportello di via Papa Giovanni XXIII a Impruneta, presso l’Asl, aperto tutti i giorni per gli utenti.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...