spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
sabato 13 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    A Villa delle Terme anche il progetto Pet Therapy: sia per chi è in stato vegetativo che per i lungodegenti

    La direttrice sanitaria Laura Ombroni: "A volte anche una semplice carezza risveglia ricordi che danno emozioni. I cani danni serenità anche agli operatori"

    FALCIANI (IMPRUNETA) – La solarità dei cani, il loro calore e la loro empatia, la loro capacità di infondere serenità, diventano ancora una volta un progetto di Pet Therapy rivolto a persone ricoverate o in situazioni di salute delicate.

    Sta avvenendo anche a Villa delle Terme, la casa di cura del gruppo Korian ai Falciani, Impruneta.

    E’ la stessa direttrice sanitaria, Laura Ombroni, a raccontarcelo.

    “E’ un progetto che prevede due tipi di attività – inizia – Un filone sugli stati vegetativi, al letto del paziente”.

    “E uno invece – aggiunge – o all’interno della struttura o nel suo giardino, nel verde e nel bosco circostante, per pazienti in lungodegenza o per malati terminali di malattie croniche”.

    “L’associazione che ci accompagna – prosegue – è Antropozoa, la stessa che lavora all’ospedale Meyer. Per quanto riguarda i pazienti lungo degenti, gli anziani, gli effetti sono il favorire senz’altro la socialità”.

    “L’esternazione delle emozioni – dice ancora Ombroni – di sentimenti, la riscoperta di gesti e del contatto con l’animale. La semplice carezza ad esempio, che magari hanno nel loro background emotivo perché hanno avuto in passato animali domestici, a volte è uno sblocco potente rispetto ai loro sentimenti”.

    “Rispetto invece a chi è in stato vegetativo – sottolinea – si va soprattutto sulla possibilità di ricevere stimoli profondi, che possano trovare un canale di comunicazione che in questi pazienti è sempre difficile da trovare”.

    “L’arrivo del cane inoltre – conclude Ombroni – è sempre un momento di serenità e di particolare distensione anche per gli operatori. Vengono in struttura due volte alla settimana, e danno serenità anche a coloro che lavorano a stretto contatto con i pazienti”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...