spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Impruneta in lutto. Si spegne Giampiero Rogai, colonna dell’associazionismo in paese

    Le condoglianze di Comitato Parco della Rimembranza, Ente Festa dell'Uva, Misericordia di Impruneta

    IMPRUNETA – Avrebbe compiuto 61 anni il prossimo ottobre Giampiero Rogai (secondo da sinistra nella foto qua sopra). Purtroppo però una battaglia più grande di lui ha avuto la meglio. E l'Impruneta, da oggi, si scopre più povera.

     

    Personaggio fondamentale nel mondo dell'associazionismo imprunetino, era un uomo che univa, che non ergeva muri ma creava ponti. E proprio quel mondo, a poche ore dalla sua scomparsa (i funerali si terranno mercoledì 8 maggio alle 16 nella Basilica di Santa Maria all'Impruneta) gli rende omaggio.

     

    A partire da Riccardo Lazzerini, presidente dell'Ente Festa dell'Uva: "Mi unisco al dolore della sua famiglia – dice Lazzerini – ricordando un personaggio che ha dato tanto al paese".

     

    "Non è stato un caso – tiene a dire – che, in occasione della presentazione dei progetti della prossima edizione della Festa, abbiamo organizzato un'apericena dedicata proprio al Comitato Parco della Rimembranza. Di cui Giampiero era stato animatore e di cui era presidente".

     

    Prosegue Simone Dal Pino, Provveditore della Misericordia imprunetina: "Giampiero era un nostro Fratello, uno dei volontari storici della Confraternita, già capo di guardia e membro del Magistrato. Una perdita grande: per i familiari in primis, ma anche per noi".

     

    Infine l'appassionato ricordo del Comitato Parco della Rimembranza, del quale Giampiero era orgogliosamente presidente.

     

    "Giampiero era l’anima del Comitato – dicono – Attivo nell’associazionismo cattolico, nel volontariato assistenziale della Misericordia di Impruneta e nella Protezione Civile. Il 26 marzo 2015, quando si è costituito il Comitato, Giampiero con la sua istintiva apertura e disponibilità, e con la fiducia che ha ispirato, ha saputo aiutare le associazioni di Impruneta, ben undici, a superare i particolarismi, che conosce bene chi vive in un paese".

     

    "Il risultato delle sue capacità e della sua tenacia – dicono con giusto orgoglio – è ben visibile a tutti. Il Comitato saluta un caro amico, di cui ciascuno di noi conserva un ricordo importante. Un amico che se n’è andato troppo presto".

     

    "Fin d’ora – ricordano – Giampiero ci lascia anche l’impegno a onorare e mantenere viva la sua memoria, tenendo in vita e perseguendo l’obiettivo del Comitato, nel nome della nuova unità fra le associazioni del territorio di cui è stato importante testimone".

     

    "L’abbraccio di tutti noi – concludono – va ai familiari, in particolar modo alla moglie Silvia e ai figli Giulio e Stefano, che ci vedranno uniti nel fattivo ricordo".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...