martedì 24 Novembre 2020
Altre aree

    Alia: “Impruneta, nel saldo Tari 2020 considerato l’aggiornamento composizione nucleo familiare”

    Moltissime le polemiche in questi giorni a Impruneta, in seguito all'arrivo nelle case delle quietanze della Tari, con aumenti anche considerevoli

    IMPRUNETA – Moltissime le polemiche in questi giorni a Impruneta, in seguito all’arrivo nelle case delle quietanze della Tari, con aumenti anche considerevoli.

    Polemiche che hanno spinto Alia, il gestore del servizio di ritiro e smaltimento dei rifiuti, a spiegarne i motivi in una nota ufficiale.

    “Negli avvisi di pagamento del saldo Tari 2020 – spiega Alia – la tassa relativa alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti, in consegna agli utenti del comune di Impruneta, è stato considerato l’aggiornamento della composizione del nucleo familiare”.

    “Tale adeguamento – prosegue la nota – legato ad una revisione del numero dei  componenti residenti di ogni nucleo familiare) potrebbe aver comportato dei conguagli economici,  pur essendo rimaste invariate le tariffe Tari del 2020 rispetto a quelle del 2019”.

    “Visto il perdurare dell’emergenza sanitaria Covid-19 – si precisa – se è necessario recarsi agli sportelli di Alia Servizi Ambientali S.p.A per verificare la propria posizione, si consiglia  agli utenti di prenotare l’accesso”.

    “Fissando un appuntamento allo sportello Tari  dedicato – conclude la nota – ubicato nel palazzo comunale di piazza Buondelmonti 141 (1° piano), aperto il venerdì dalle 8.30 alle 14 –  chiamando il Call Center, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30 e il sabato dalle 8.30 alle 14.30, ai numeri 800 – 888 333 (da rete fissa, gratuito), 199. 105. 105 (da rete mobile, a pagamento, secondo i piani tariffari del proprio gestore) oppure 0571-1969333 (da rete fissa e rete mobile) oppure inviando una mail a [email protected]“.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...