venerdì 7 Agosto 2020
Altre aree

    Alla fine dell’Estate a Tavarnuzze i tanti grazie del presidente della Pro Loco Samuele Sandrucci

    "Grazie anche anche chi si è lamentato della musica. A chi ha chiamato i carabinieri per il controllo del distanziamento, perché hanno potuto appurare il rispetto delle regole, a cui tenevamo molto"

    TAVARNUZZE (IMPRUNETA) – Alla fine dell’Estate a Tavarnuzze” condivido con voi alcuni pensieri e ringraziamenti”.

    Comincia così la riflessione del presidente della Pro Loco tavarnuzzina, Samuele Sandrucci, al termine degli eventi di un’estate che, giocoforza, non poteva essere come le altre.

    Un’estate che ha richiesto, una volta di più, collaborazione e unione delle forze. E che alla fine presenta un bilancio molto positivo. 

    “Vorrei ringraziare in primis Daniele Di Giulio – riprende Sandrucci – che ha avuto l’idea di questa collaborazione, supportato da Massimo Maier“.

    “Organizzare una festa in meno di 20 giorni ed in un momento così particolare per il mondo non era un’ idea molto sensata – ammette – con tutte le varie restrizioni, ma noi ci abbiamo voluto provare e dire che è stato un successo sotto tutti i punti di vista è dir poco!”.

    “Abbiamo fatto vivere il paese – riprende con orgoglio – sono nate nuove amicizie ed è nata una collaborazione tra Pro Loco Tavarnuzze, ASD Impruneta Tavarnuzze, Amici di Tava e Centro Storico Lebowski che, vista la prima uscita, non potrà che migliorare. E non vedo l’ora di ripartire con nuove avventure!”. 

    “Vorrei ringraziare tutte le persone che ci hanno aiutato e supportato – rimarca – nominarli tutti sarebbe troppo lungo e rischierei di dimenticarmi qualcuno e mi dispiacerebbe. Ringrazio i commercianti che hanno aderito all’iniziativa”.

    “Ringrazio anche chi si è lamentato della musica – dice ancora – e chi ha chiamato i carabinieri per il controllo del distanziamento, perché hanno potuto appurare il rispetto delle regole, cosa a cui tenevamo molto”. 

    “Un plauso – conclude Sandrucci – lo faccio a tutti i ragazzi del Centro Storico Lebowski che, oltre ad essere organizzatissimi, sono molto educati ed hanno rispettato la piazza come fosse la loro casa, ripulendola tutta. A differenza di quanto si dice in giro. Alla prossima avventura!”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino