spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il consigliere comunale de Il Coraggio di Cambiare: “Il territorio ha bisogno di maggiore controllo”

    IMPRUNETA – Ci sta lavorando Sandro Bressi (in foto) e dovrebbe presentarla nella prossime ore: il consigliere comunale di opposizione del gruppo Il Coraggio di Cambiare sta infatti lavorando a un testo che faccia "sbarcare" in consiglio comunale l'allarme furti e criminalità che ormai non è più eludibile sul territorio imprunetino.

     

    Dai sequestri con rapine in villa a Pozzolatico (clicca qui per leggere l'articolo), alla drammatica aggressione di Tavarnuzze (clicca qui per leggere l'articolo), fino agli ultimi due casi di furti in casa nella zona del Desco (clicca qui per leggere l'articolo): il bollettino ormai… parla da solo.

     

    "La situazione – sottolinea Bressi – rischia di diventare incontrollabile: queste situazioni non ci appartengono, non hanno mai fatto parte della nostra quotidianità. Ma immaginiamoci un cittadino che rientra a casa e ci trova i ladri: lui ha tutto da perdere, loro niente. Si rischia di creare situazioni potenzialmente esplosive".

     

    "Non possiamo aspettare – prosegue – neanche a livello istituzionale: dobbiamo fare di tutto, con i mezzi a disposizione, per portare in evidenza questo stato di cose. Serve un maggiore controllo del territorio da attuare tutti insieme, unendo le forze".

     

    "E' un problema che interessa tutti quanti – conclude Bressi – che ci deve vedere uniti e compatti: per garantire una maggiore sicurezza e per scongiurare pericoli ancor più gravi".

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...