spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 19 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    All’Impruneta piange il rione delle Sante Marie: il saluto ad Elena Parri

    "Grazie per tutto quello che hai dato al nostro rione, alla tua famiglia allargata. Oggi il cielo è ancora più blu"

    IMPRUNETA – E’ un martedì di agosto a dir poco triste quello che si vive sul rione delle Sante Marie, a Impruneta.

    E lo è a maggior ragione in un momento in cui la “macchina rionale” si sta rimettendo in moto verso il mese di settembre e i preparativi per la Festa dell’Uva di Impruneta.

    Dove non ci sarà Elena Parri, rionale, venuta a mancare oggi.

    Elena aveva combattuto con coraggio una malattia che negli ultimi mesi era purtroppo tornata. Ma anche in questo caso l’aveva guardata in faccia.

    Oggi, purtroppo, la notizia. E il rione azzurro si stringe in un abbraccio collettivo.

    “È un dolore immenso quello che proviamo – affidano il loro dolore alla propria pagina social – Siamo ancora increduli che tu te ne sia andata”.

    “Ciao Elena – la salutano così dal rione delle Sante Marie – grande instancabile guerriera. Nessuno ci leverà dal cuore la tua risata e la tua contagiosa voglia di vivere”.

    “Tra poco torneremo in cantiere – scrivono ancora – quel cantiere dove non vedevi l’ora di tornare, e se anche non ci sarai fisicamente e ci sembrerà più vuoto, tu sarai dentro tutti noi, con noi!”.

    “Grazie per tutto quello che hai dato al nostro rione – concludono – alla tua famiglia allargata. Oggi il cielo è ancora più blu”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...