spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Anno scolastico 2021-22, rientro in classe a Impruneta: tutte le informazioni utili

    Mensa, prescuola, trasporto scolatico: tutte le indicazioni per scuola dell'infanzia, scuola primaria e secondaria

    IMPRUNETA – Si va verso l’inizio del nuovo anno scolastico, con la novità organizzativa del Piano Scuola 2021-2022 predisposto dal Ministero dell’Istruzione, quale documento di pianificazione delle attività scolastiche, educative, formative di tutto il Sistema nazionale di Istruzione.

    Il Piano specifica, nel rientro a scuola, l’importanza del bilanciamento tra sicurezza e benessere socio-emotivo, nel perseguire l’obiettivo primario della qualità dei contesti educativi, finalità a cui mira la programmazione dei nostri Servizi educativi.

    “Il Comune di Impruneta – dicono dal palazzo comunale – in sinergia con la scuola, ha quindi operato subito nell’ottica del Piano e ha già predisposto la partenza dei servizi di prescuola, trasporto scolastico e refezione come di seguito specificato”.

    SCUOLA D’INFANZIA

    IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO sarà attivo dal 15 settembre fino al 24 settembre e verrà effettuato con orario ridotto senza servizio di refezione scolastica con uscita anticipata (sarà cura del personale autista e accompagnatore informare in merito agli orari di ritorno provvisori). Dal 27 settembre sarà effettuato l’orario definitivo con uscita dalle 15.30.

    IL SERVIZIO DI PRESCUOLA sarà attivo dal 15 settembre

    IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA sarà attivo dal 27 settembre fermo restando le assegnazioni del personale docente a completamento dell’orario scolastico.

    SCUOLA PRIMARIA

    IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO sarà attivo dal 15 settembre fino al 24 settembre e verrà effettuato con orario ridotto senza servizio di refezione scolastica con uscita anticipata (sarà cura del personale autista e accompagnatore informare in merito agli orari di ritorno provvisori). Dal 27 settembre sarà effettuato l’orario definitivo con uscita dalle 16.20.

    IL SERVIZIO DI PRESCUOLA sarà attivo dal 15 settembre

    IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA sarà attivo dal 27 settembre  fermo restando le assegnazioni del personale docente a completamento dell’orario scolastico.

    SCUOLA SECONDARIA

    IL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO sarà attivo dal 15 settembre fino al 1 ottobre e verrà effettuato con orario ridotto con uscita alle 11.05 (sarà cura del personale autista e accompagnatore informare in merito agli orari di ritorno). Dal 4 ottobre sarà effettuato l’orario di ritorno con uscita alle 14.05

    IL SERVIZIO DI TPL sarà attivo dal 15 settembre l’orario di ritorno con uscita alle 11.05. Dal 4 ottobre sarà effettuato l’orario di ritorno con uscita alle 14.05.

    Si specifica che, per quanto riguarda il servizio di trasporto per tutte le scuole, gli itinerari e gli orari definitivi saranno pubblicati sul sito del comune e dell’istituto comprensivo entro la seconda settimana di settembre. Il servizio di prescuola sarà attivato nei plessi scolastici con almeno 5 domande.

    Per quanto riguarda la nensa del nido “Pepolino”, partirà dal 8 settembre per i vecchi iscritti, poi anche con i nuovi, rispettando i tempi di ambientamento di ciascuno. Verrà, già dal 6 settembre, data la colazione a tutti i bambini. 

    Per le scuole materne e elementari di tutto il  territorio è previsto l’avvio del servizio di refezione per il 27 di settembre, salvo diversa disposizione a seguito delle assegnazioni del personale docente a completamento dell’orario scolastico.

    La ditta Vivenda, incaricata del servizio, comunica che tutto il personale addetto alla mensa è in possesso di Green Pass, come da ultime disposizioni. Si rispetterà come l’anno scorso la turnazione nell’utilizzo del servizio mensa, l’areazione dei locali e l’uso di stoviglie di porcellana.

    Alle materne i bambini mangiano nelle proprie sezioni, dove hanno tutto lo spazio necessario per un’organizzazione a norma e sanificazione costante.

    Per quanto riguarda le elementari, si mangia dentro i refettori, tranne le due prime della “Paolieri” che mangiano in classe. Il tutto con gli stessi protocolli di sicurezza e di sanificazione dello scorso anno.

    Per quanto riguarda il pagamento della mensa, la ditta Vivenda specifica che da questo anno, in modo continuativo, si potrà pagare anche tramite due esercenti privati, uno nel territorio di Impruneta e uno a Tavarnuzze: la tabaccheria “Bacco Tabacco” in piazza Accursio da Bagnolo e la tabaccheria di Sara Bonechi a Tavarnuzze, anche di sabato.

    “La partenza è prossima – dice l’assessore alla scuola Sabrina Merenda – e ogni anno l’emozione raddoppia, se pur nelle iniziali difficoltà di un sistema organizzativo complesso dovuto al contenimento del Covid-19, con la consapevolezza che ogni sforzo umano e pratico in sinergia con tutti, ha l’obiettivo primario di permettere ai nostri bambini e ragazzi di rientrare a scuola in presenza, per cui come dal Piano Scuola 2021-2022 tutta la comunità scolastica deve operare in questo senso. Ringrazio in anticipo ogni forza Coesiva che opera ogni giorno per questo”.

    “Si tratta – prosegue – di una “macchina fisica e al contempo umana” enorme, sempre in funzione, che non si può mai permettere di fermarsi. Ringrazio la cooperazione da parte delle famiglie, sia dentro la scuola, i servizi, che fuori nel territorio”.

    “Ringrazio la incessante collaborazione degli insegnanti – conclude Merenda – ma soprattutto ringrazio i nostri bambini, che anche l’anno scorso hanno dimostrato una grande prova civica e di comportamento, in cui io credo fermamente e per cui chiedo a loro di continuare in questa direzione indispensabile”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...