spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Gioia la Seconda categoria: “Grande merito a Simone Bartoli che lascia per impegni politici”

    IMPRUNETA – C'è euforia nelle fila dell'Atletico Calcio Impruneta: "Un'annata stupenda – dicono dalla società sportiva – per noi e per il paese dell’Impruneta, che finalmente è tornato a vedere giocare a calcio nello stadio dei Pini".

     

    Poi, nei giorni scorsi, la notizia dalla federazione con "l'inaspettata gratificazione per meriti sportivi che ci porterà nel prossimo campionato ad affrontare le squadre di Seconda sategoria, oltre alla soddisfazione per i tanti bambini e ragazzi che in tarda primavera hanno partecipato alla nostra scuola calcio".

     

    C'è fibrillazione a Impruneta, anche per la prossima Coppa Toscana e i due derby (contro Sancascianese e Chianti Nord) già in programma.

     

    "Un successo – fanno sapere dalla società – da attribuire senza dubbio a una persona, Simone Bartoli (intervistato nella foto sopra), che per prima, già nel 2011, ha creduto in questo progetto, nelle possibilità che potevano nascere da questo impianto sportivo. Ha radunato attorno a sé gli amici più fidati, ha esposto le sue idee, li ha fatti appassionare e gli ha coinvolti in questa avventura".

     

    "Intendiamo ringraziare sentitamente Simone Bartoli – concludono annunciandone l'addio alla società – che adesso per impegni politici, ha scelto di allontanarsi dall’Atletico. Grazie per quello che hai fatto, per la passione che ci hai trasmesso, per la voglia di riportare il calcio in paese. E per tutte le emozioni che abbiamo condiviso".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...