spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 8 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Sul sito internet del Comune tutti i dettagli per l’ammissione e la documentazione

    C'è tempo fino al 22 maggio prossimo per presentare domanda per un contributo ad integrazione del canone di locazione. Il bando di concorso è stato pubblicato dal Comune di Impruneta il 22 aprile scorso ed ha validità per trenta giorni.

     

    Sul sito del Comune di Impruneta è possibile visionare il bando  con i requisiti per l'ammissione (tra questi la residenza nel Comune di Impruneta), con la documentazione necessaria per la presentazione e con  i criteri per la formazione della graduatoria.

     

    Sempre sul sito è possibile scaricare la domanda per il bando. Gli appositi moduli sono disponibili anche presso gli Uffici Relazione con il Pubblico (Urp) di Impruneta e di Tavarnuzze nei seguenti orari: Urp via Cavalleggeri 16 (Impruneta) lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 8.30 alle 13, giovedì anche dalle 15 alle 18 (chiuso il mercoledì e sabato); Urp via Fratelli Rosselli 6 (Tavarnuzze) lunedì dalle 15 alle 18 e mercoledì dalle 8.30 alle 13.

     

    Presso questi uffici  è possibile anche consegnare l'istanza completa in ogni sua parte e con allegata la documentazione richiesta. In alternativa la domanda può essere inviata anche per raccomandata a/r con allegata fotocopia fronte retro del documento di identità valido che dovrà pervenire entro il 22 maggio 2013 (non fa fede il timbro postale).

     

    Chi avesse bisogno di ulteriori informazioni può rivolgersi all'Ufficio Socio-Educativo (piazza Buondelmonti 41, tel. 0552036485/486) in orario di apertura al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13 (chiuso il mercoledì) e il giovedì dalle 15 alle 18.
     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua