spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 11 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Birillo, le opposizioni non si smentiscono: attaccano il sindaco Calamandrei con mera retorica”

    Impruneta Comune Aperto replica a Zoppini e Franchi: "In questi anni intrapresi vari percorsi che non hanno prodotto risultati sperati. A settembre altre azioni per risolvere la questione"

    IMPRUNETA – “Le opposizioni anche questa volta non si smentiscono. Attaccare, colpevolizzare, screditare l’operato del sindaco Alessio Calamandrei e della sua giunta ormai è mera retorica”.

    Replica così la maggioranza di Impruneta Comune Aperto alle accuse rilanciate dai consiglieri comunali Gabriele Franchi (Cittadini Per Impruneta) e Matteo Zoppini (centrodestra-Fratelli d’Italia) sul nodo irrisolto della ex Stazione di Tavarnuzze, il cosidetto Birillo.

    # Franchi e Zoppini: “Sul Birillo di Tavarnuzze se la situazione non fosse grave ci sarebbe da… ridere”

    “Vane le discussioni nei luoghi preposti – rimarca la maggioranza – commissioni consiliari e consigli comunali) per poter dipanare controversie con i dovuti chiarimenti e riflessioni”.

    “Le varie situazioni di crisi (economica, pandemia e l’attuale conflitto bellico) emerse in questi anni – riprendono – non facilitano, anzi, la risoluzione delle problematiche come quella legata alla gestione dell’immobile comunale del Birillo, ubicato a Tavarnuzze”.

    “Non è mancato – rivendicano – l’impegno del sindaco e della giunta, ma purtroppo talvolta la volontà non viene premiata”.

    “In questi anni – ricordano – sono stati intrapresi vari percorsi tra cui due manifestazioni di interesse, a seguito delle quali sono pervenute delle proposte che dopo i dovuti chiarimenti, tra giunta ed i soggetti interessati, e l’uscita del bando ufficiale purtroppo andato deserto anche pur avendo previsto più agevolazioni possibili, non hanno prodotto i risultati sperati”.

    “Tali risultati negativi – conclude Impruneta Comune Aperto – non hanno fermato il sindaco e gli assessori. Che hanno già calendarizzato, per i primi giorni di settembre sia degli incontri con gli uffici comunali preposti che con i consiglieri di maggioranza al fine di individuare azioni rivolte alla risoluzione del problema-Birillo”. 

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...